Come scegliere e usare la sega circolare

Sega circolare SkilsawLa sega circolare è un elettroutensile indispensabile per il taglio del legno.

Tuttavia vi sono delle circostanze in cui la sega circolare non è lo strumento più indicato da utilizzare, cerchiamo di capire quali.

Diciamo che vi è una sorta di gerarchia nella famiglia degli elettroutensili; per quanto riguarda il taglio del legno possiamo partire dalla base, che potrebbe essere identificata in un seghetto alternativo, per arrivare al vertice, che potrebbe essere considerato il sogno di ogni amante del fai da te: una sega da banco (magari attrezzata anche con piallatrice).

La sega circolare si colloca nel mezzo garantendo un taglio più potente e preciso rispetto al seghetto alternativo ma meno potente e preciso rispetto alla sega da banco

Insomma, è un elettroutensile che trova la sua collocazione ideale soprattutto per i lavori all'esterno del laboratorio, laddove ben difficilmente si potrebbe trasportare una sega da banco.

La scelta della sega circolare verte soprattutto sulla potenza della stessa e sulla sua maneggevolezza. Avere potenza a disposizione significa anche poter eseguire tagli netti sui legni più duri e avere una buona manegevolezza garantisce di poter seguire la linea di taglio con maggiore precisione.

L'elettroutensile a mia disposizione è stato acquistato direttamente su Internet qui:

http://www.skileurope.com/it/it/diyocs/utensili/1187/1284/seghe-circolari/sega-circolare/

dopo averlo testato in negozio. L'acquisto su Internet garantisce quasi sempre un miglior prezzo ma ha come rovescio della medaglia l'impossibilità di tenere fisicamente in mano quello che andiamo ad acquistare, di provarlo.

Avere delle "buone sensazioni", tenendo in mano una sega circolare, è di fondamentale importanza e per questa ragione vi consiglio caldamente di fare una visita ad un negozio fisico prima di acquistare online. 

Una volta ho avuto modo di eseguire diversi tagli legno con una sega circolare di fascia bassa e ancora ricordo come l'impugnatura mal progettata mi avesse causato un persistente dolore alle nocche della mano destra.

La sega circolare di cui parlo è a marchio Skil, un marchio storico nel settore degli elettroutensili per il fai da te e che oggi contunua a vivere sotto l'ombrello di un marchio noto praticamente a tutti, quello della Bosch. Dal punto di vista tecnologico, quindi, le macchine Skil hanno molto in comune con le macchine Bosch.

valigetta sega circolare

La Skilsaw in mio possesso è uno strumento di grande potenza che, con i suoi 1350 Watt, svolge egregiamente moltissimi lavori a livello hobbistico e professionale.

Ciò che apprezzo di più di questa macchina è la leva per il blocco dell'albero che consente di cambiare la lama con facilità.

La macchina, progettata e realizzata nei Paesi Bassi, consente una presa salda ed agevole e ciò agevola l'operazione di taglio.

Come vedete è una sega che viene venduta con una comoda valigetta che ci evita di tenerla semplicemente appoggiata su uno scaffale a prendere polvere quando non viene utilizzata.

Al di là di tutto, però, per usare al meglio una sega circolare serve un minimo di spazio e soprattutto bisogna fissare il legno in maniera tale che non si sposti. La risposta sono i morsetti che però sono sempre un impiccio quando la larghezza dell'asse non è ampia.

Questo strumento è dotato di una guida frontale che, una volta impostata correttamente, dovrebbe consentirci di seguire la linea di taglio con maggiore precisione; la verità è che da una sega circolare non ci si può attendere una linea perfettamente dritta, non tanto per l'inefficienza della sega quanto per l'impossibilità da parte nostra di non deviare dalla linea prestabilità. 

Anche avendo una mano saldissima bisogna mettere in conto degli scarti millimetrici che però, quando il lavoro richiede assoluta precisione, possono avere delle conseguenze sullo sviluppo del progetto.

La guida frontale funziona al meglio quando si devono eseguire tagli lunghi ma quando il pezzo da tagliare è corto diventa praticamente inutilizzabile.

Per tutte le ragioni indicate sopra, quello che ritengo un accessorio veramente utile da abbinare alla sega circolare è l'apposito binario guida smontabile come quello che potete vedere nel video.

Non c'è bisogno di dire che se lavorate all'interno è praticamente indispensabile collegare un aspirapolvere alla sega, agganciando il tubo dell'aspirapolvere all'apposito imbocco, se non si vuole ricoprire la stanza di segatura.

Il tubo dell'aspiratore, specie quando è corto e piuttosto rigido, costituisce però un altro impiccio alla buona riuscita del taglio. In questo caso il sacchetto raccoglipolvere opzionale può risparmiarci l'uso dell'aspiratore.

Spendiamo qualche parola anche sulla profondità di taglio: una delle cose che differenzia maggiormente le seghe è appunto la profondità di taglio. È del tutto evidente che maggiore è la profondità di taglio e maggiore è la dimensione dell'elettroutensile (e maggiore dovrebbe anche essere la potenza se non vogliamo che nel bel mezzo del taglio la lama si inceppi).

skilsaw 1350 watt

La scelta, in questo senso, non si può che basare su ciò che pensiamo sia lo spessore tipico del legno che andremo a tagliare; una valutazione ardua da fare a priori, vero?

Avere una sega circolare più grande e con maggiore profondità di taglio riduce sensibilmente la sua maneggevolezza ma ci garantisce di operare con una varietà di spessori del legno molto più ampia.

Un'ultima cosa: il materiale principale che andremo a tagliare con la sega sarà inevitabilmente il legno, ma cambiando il disco di taglio e sostituendolo con uno con un maggior numero di denti potremo agevolmente tagliare altri materiali come metallo, plastica, e PVC.

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!