Dry mat, la magica piastrella che si pulisce da sola

dry matLa chiamano super-ceramica ed è stata messa a punto e brevettata nei laboratori di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISTEC) di Faenza.

La caratteristica assolutamente innovativa (che farebbe la felicità dei single ma anche di tutte le casalinghe) è quella di pulirsi da sola in virtù della caratteristiche fisiche e chimiche che fanno si che le gocce d'acqua non si depositino sulle piastrelle ma, al contrario, scivolino via trascinando con sè anche altre eventuali impurità presenti sulla superficie.

Si tratta di un film trasparente che a causa della sua sottigliezza non va ad incidere minimamente sulle caratteristiche estetiche della ceramica, quali la brillantezza o il colore.

Se avete mai avuto delle piastrelle del bagno o della cucina di colore scuro e, al contempo, un'acqua particolarmente dura, avrete anche sperimentato come il calcare presente nell'acqua tenda a depositarsi sulle superfici opacizzandole e deturpandone la bellezza.

L'idea geniale quale è stata? Quella di replicare in laboratorio alcune superfici presenti in natura e che già si presentavano con un grado di repellenza all'acqua eccezionale.

Pensiamo alla struttura della foglia di loto che ha una struttura estremamente repellente all'acqua e pensiamola trasferita alla ceramica. Si è riusciti a riprodurre una superficie estremamente sottile (nell'ordine di un milionesimo di metro) che presenta una struttura e una composizione chimica tale da fare in modo che una goccia d'acqua che si deposita sulla superficie si trasformi in una goccia perfettamente sferica e quindi tale da favorire il scivolamento.

Un elemento perfettamente sferico non riesce in alcun modo a fissarsi alla superficie e quindi è in grado non solo di non trasferire impurità alla superficie stessa, ma anche di “lavare via” altre impurità che dovessero essere esterne alla composizione dell'acqua stessa.

Dove si possono acquistare queste piastrelle dai super-poteri?

Beh, bisogna aspettare ancora un poco.

La tecnologia è già stata brevettata e ha già un elevatissimo grado di trasferibilità industriale e si attende solo un'industria o un consorzio di industrie che possano avviarne la produzione.

Quanto costerebbe rispetto ad altri materiali già oggi disponibili sul mercato? Dai 5 ai 10 euro al metro quadrato rispetto al materiale che oggi è considerato qualitativamente al top, come il gres porcellanato.

Ma si potrebbe avere in futuro uno spray da spruzzare sulle nostre vecchie piastrelle per ottenere lo stesso effetto? Si sta operando anche in questa direzione ma la realtà è che per ottenere un effetto duraturo nel tempo, e non soltanto temporaneo, è necessario sottoporre le piastrella a una temperatura tale da garantire il fissaggio del film alla piastrella e questo, al momento, può essere fatto solo a livello industriale.

Rimaniamo comunque in attesa e incominciamo a sognare il momento in cui anche per noi l'incombenza della pulizia delle piastrelle diventerà solo un lontano ricordo. Prepariamoci a dimenticare miriadi di prodotti chimici associati ad una buona dose di olio di gomito perchè in futuro le piastrelle si puliranno da sole, con Dry mat.

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!