Come rivestire una parete con il perlinato

Rivestire con il perlinatoIl rivestimento con le perline di legno è un eccelente isolante termo-acustico oltre ad avere finalità decorative.

Un tempo i muri rivestiti con il perlinato erano riservati agli chalet di montagna e, non nascondiamocelo, ancora oggi è negli ambienti montani che vengono principalmente usati. Tuttavia le diverse qualità di legno e, soprattutto, una gamma molto vasta di colori per gli impregnanti fanno si che il rivestimento in legno sia oggi una possibilità adottata sia in campagna, sia  in città , sia in riva al mare.

L'abete da cui si ricavano le perline di legno può venire colorato, cerato, verniciato nei modi più diversi per renderlo adatto a rivestire tutte le superfici di una stanza, dal pavimento, al muro, al soffitto, ed adeguarlo ai diversi stili dell'ambiente.

Rivestire con il perlinato è, come dicevamo, una soluzione per isolare dal punto di vista termo-acustico una stanza anche se ha come difetto quello di ridurre leggermente le dimensioni a causa dello spessore del perlinato e dei supporti di sostegno a cui le perline vanno fissate.

Per iniziare il lavoro di rivestimento bisogna quindi rifornirsi di listelli di legno ben dritti che andranno fissati al muro con tasselli ad espansione. I listelli vengono generalmente posizionati in senso orizzontale e distanziati di 50 cm  gli uni dagli altri.

Il rivestimento può quindi essere eseguito in due tempi: in un primo tempo si realizza l'intelaiatura con i listelli di legno e in un secondo momento si andà a posare il perlinato.

Per quanto i listelli dell'intelaiatura risultino in sostanza invisibili, una volta che il lavoro sarà finito, bisogna però ricordare che il loro corretto posizionamento è fondamentale per garantire la buona riuscita del lavoro; prendiamo quindi il tempo necessario per posarli in maniera perfetta.

Con il filo a piombo, o con l'ausilio di una stadia e una livella a bolla, controlliamo la posizione dei listelli per l'intelaiatura. Se il muro non è perfettamente piano può essere necessario interporre dei piccoli spessori di legno tra il muro e i listelli prima di fissarli, al fine di garantire la perfetta complanarità e compensare le diseguaglianze del muro.

E' durante questa fase che bisogna effettuare eventuali modifiche all'impianto elettrico poichè lo spessore del perlinato necessiterà, con ogni evidenza, di riposizionare le prese e gli interruttori. Le placche di prese ed interruttori saranno rimesse una volta che si saranno fissate le perline e realizzati i relativi fori sul perlinato.

perline-di-rivestimentoCominciando da destra, si inizia la posa dei listelli con la parte femmina addossata all'angolo del muro e inchiodandoli sulla parte maschio (vedi schema qui a lato), inserendo i chiodini di sbieco nei punti in cui il listello si incrocia con l'intelaiatura. I chiodi dovranno penetrare quanto più possibile in profondità e non sporgere poichè, se questo accadesse, sarebbe poi difficile incastrare correttamente le perline le une con le altre.

Una volta che si è inchiodato la prima fila si procede incastrando la seconda sulla prima per ottenere l'immaschiatura prevista.

Le perline dovrebbero essere tagliate pochi centimetri più corte per agevolarne la posa e una volta incastrate le une nelle altre dovrebbero essere fatte scorrere verso l'alto per raggiungere il soffitto. Lo spazio che potrebbe rimanere a livello del pavimento verrà senza problemi coperto quando si andrà a posare il battiscopa, senza dimenticare che anche a livello del soffitto dovrà poi essere inchiodata una modanatura che pareggi eventuali irregolarità nel taglio delle perline e renda tutto il lavoro più piacevole alla vista.

Verificare spesso con la livella o con il filo a piombo che la posa proceda perfettamente verticale.

Ricordate di eseguire gli intagli necessari quando raggiungete le scatoline delle prese e degli interruttori.

L'ultima perlina dal lato opposto del muro necessiterà quasi certamente di essere tagliata nel senso della lunghezza per poterla incastrare.

La caratteristica della posa "a parquet" e data dal fatto che le i listelli non presentano spazi tra gli uni e gli altri e una volta terminata la posa dovranno essere levigati e trattati esattamente come un parquet a pavimento.

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!