Installare dei faretti alogeni nel controsoffitto

faretto controsoffittoL'illuminazione tramite faretti incassati può davvero dare un aspetto molto piacevole al nostro locale ed inoltre i faretti a led di recente distribuzione contribuiscono notevolmente al risparmio energetico.

I faretti non si incassano, normalmente, in soffitti in muratura ma in controsoffitti realizzati con cartongesso o perline di legno.

Il fatto che i faretti funzionano a bassa tensione (12 V) fa si che essi sviluppino meno calore e questo li rende particolarmente adatti ai controsoffitti. Ciò non vuole assolutamente dire che non bisogna usare delle accortezze per evitare surriscaldamenti e rischi di incendio! Per questa ragione bisogna lasciare dello spazio libero intorno al faretto rimuovendo, ad esempio, il materiale isolante del controsoffitto che potrebbe entrare in contatto col faretto stesso.

Dopo aver letto attentamente le indicazioni del costruttore procediamo a calcolare con precisione la posizione in cui vogliamo collocare i nostri faretti poiché quando avrete fatto il buco non avrete la possibilità di cambiare idea.

Servendoci di un trapano con una punta a tazza o di un seghetto elettrico alternativo, procediamo a realizzare i fori. Rimuoviamo, come detto, il materiale isolante intorno al foro in modo che il calore del faretto possa tranquillamente dissiparsi nell'intercapedine del controsoffitto.

I faretti alogeni si collegano di solito in parallelo; questo significa che i cavi di alimentazione arrivano al primo faretto e da lì si dipartono per raggiungere gli altri faretti. Dopo avere collegato tutti i faretti alla rete elettrica non resta che posizionarli all'interno del foro e fissarli nella posizione definitiva utilizzando le molle di cui i faretti sono dotati o, nel caso non lo fossero, con viti da legno.

Articoli correlati:

Trampoli da lavoro per elettricisti

 

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!