Rivestimenti in legno fai da te con i pallet riciclati

Rivestimento in legno fai da teRivestire una parete con i pallets riciclati può essere tanto conveniente quanto bello dal punto di vista estetico.

Come tutti sappiamo i pallets sono quei bancali di legno che servono da supporto alle più svariate merci e che vengono spostati per mezzo di un carrello elevatore.
I pallets sono la base di appoggio per imballaggi leggeri e pesanti e anche in base al peso che hanno dovuto sostenere il loro stato sarà più o meno precario, dopo l'utilizzo.

Rivestire una parete con i pallets significa in primo luogo "smontare" il pallet stesso e utilizzare le assi che costituiscono il suo piano di appoggio. Un pallet nuovo ha il bel colore chiaro e pulito del legno di abete ma dopo l'utilizzo si ammacca, si sporca e si usura e questo, a seconda dei casi, può risultare sia un pregio che un difetto.

Il riciclo dei pallet oggi va molto di moda e gli appassionati del fai da te possono trovare tantissimi progetti in merito; ciò a cui non molti, forse, prestano attenzione è però il ciclo di utilizzo a cui il pallet è stato sottoposto e che potrebbe anche sconsigliarne vivamente l'uso nel caso in cui esso abbia trasportato sostanze tossiche o nocive e ne sia stato in qualche modo contaminato.

Nessuno vorrebbe rivestire una parete della propria camera da letto con legno impregnato di sostanze tossiche, vero? Per questa ragione è bene fare attenzione dove si prendono i pallets e magari essere consapevoli di dove sono stati prodotti, che legno è stato utilizzato ecc.
L'articolo che segnaliamo qui sotto offre appunto una panoramica di tutto ciò di cui bisogna tenere conto prima di portarsi a casa un bancale usato e pensare di utilizzarlo per qualche lavoro:

http://www.greenme.it/abitare/eco-fai-da-te/11022-pallet-riutilizzare-bancali-sicurezza

Per approfondire l'argomento sui marchi e le caratteristiche tecniche dei pallets consigliamo le due pagine web qui sotto, invece. Il consiglio generale a cui bisogna attenersi è quello di prendere solo pallets certificati con i due marchi a fuoco "EPAL" e "EUR" visibili sul lato del pallet stesso.

http://www.galvanimballaggi.it/pallet/epal-dettagli.html

http://www.logisticamente.it/Articoli/7428/ConLegno_ISPM-15.aspx

Veniamo ora all'oggetto specifico di questo articolo che è il rivestimento di una parete con le assi dei pallets riciclati.

Come potete vedere nella galleria di immagini abbiamo selezionato una serie di progetti che mostrano come rivestire una parete con il legno dei pallet non solo sia possibile, ma possa anche risultare di grande impatto ed esteticamente molto gradevole.

Il consiglio generale è di limitarsi al rivestimento di una sola parete (in genere quella su cui si apre una porta o una finestra) per non appesantire troppo l'ambiente.

Il fissaggio delle assi riciclate può avvenire in diversi modi e anche in questo caso potrete notare nella galleria di immagini come le tecniche di posa possano essere abbastanza varie ma, in genere, riconducibili fondamentalmente a tre:

Incollaggio su parete

Tecnica molto semplice e veloce che consiste nell'applicare del collante sul retro dell'asse di legno e poi incollarla in posizione. Questa tecnica presuppone che il supporto (intonaco) sia solido e che le assi siano regolari e non presentino incurvature tali da rendere difficile l'aderenza al supporto.

Fissaggio con tasselli

Questa tecnica richiede di lavorare maggiormente con il trapano; consiste nel mettere l'asse in posizione e quindi forare un buco sull'asse e nell'intonaco. Il fissaggio avviene con una vite per legno e un tassello ad espansione. Anche in questo caso è bene che il supporto sia solido. 

Fissaggio con chiodi su telaio in legno

Questa tecnica riprende sostanzialmente la tecnica di posa del perlinato di legno che abbiamo già descritto in questo articolo:

http://www.faidatehobby.it/come-rivestire-una-parete-con-il-perlinato.html

La differenza consiste nel fatto che la posa delle assi dei pallet deve essere sfalsata per ottenere un effetto più gradevole.
Per il resto, il telaio di legno viene fissato al muro per mezzo di tasselli ad espansione e su di esso si inchioderanno le assi dei pallets. Il vantaggio di questa tecnica è di poter creare anche delle pareti ben isolate se avremo cura di riempire l'intercapedine tra il muto e le assi con del materiale termo-isolante e/o fono-assorbente.

Parliamo infine del colore da dare alla nostra parete rivestita.
La soluzione migliore sarebbe quella di dare una leggera levigatura alle assi per asportare lo sporco superficiale e poi colorare ciascun asse con varie tonalità di impregnante, tinta pastello, ecc.
La bellezza del rivestire una parete con i pallets non consiste nell'ottenere un colore uniforme ma, al contrario, nell'ottenere varie tonalità di colori che, alla fine, offrono comunque un aspetto unitario.

Un'ultima annotazione riguarda il "pattern", ovvero lo schema di posa. Personalmente apprezzo molto la posa a spina di pesce ma anche quella in orizzontale o in verticle possono dare risultati ugualmente affascinanti; molto dipende dalle caratteristiche della stanza: se la stanza è stretta otterrete un senso di maggior ampiezza con una posa in orizzontale, se invece la stanza è bassa otterrete un senso di maggior altezza con la posa in verticale.

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!