Illuminare il giardino con le lampadine LED

illuminazione giardinoQuando si tratta di illuminare il giardino, con un occhio al risparmio energetico, non si può non ricorrere alle lampade a LED.

Le lampadine LED sono, ad oggi, quelle che ci permettono di risparmiare maggiormente sui costi dell’elettricità.

LED, per chi non lo sapesse, è l’acronimo delle parole inglesi Light-Emitting Diode (diodo ad emissione di Luce). La storia dei LED comincia all’inizio del Novecento ma è solo a partire dagli anni Novanta del secolo scorso che la diffusione di questa forma di illuminazione si fa sempre più diffusa e capillare.

In un nostro articolo dedicato all'illuminazione modulare di Aurora Nanoleaf abbiamo già parlato delle possibili applicazioni in ambienti interni e delle sublimi variazioni di colore che i LED possono garantire.

Pur avendo un costo più alto rispetto alle ormai in disuso lampadine a incandescenza, questo costo viene ammortizzato entro un ragionevole periodo di tempo grazie a due fattori principali:

  • la lunghissima durata delle lampadine LED
  • il ridottissimo consumo di energia a parità di luminosità

Il giardino, lo sappiamo bene, è una di quelle zone che, quando non frequentata, faremmo volentieri a meno di illuminare.

Purtroppo il senso di insicurezza determinato dal costante aumento dei furti in appartamento fa sì che l’illuminazione esterna costituisca un deterrente contro i male intenzionati e contribuisca in qualche modo a rafforzare il senso di sicurezza dei proprietari.

Anche prescindendo dal giardino, però, una illuminazione notturna costante delle pareti esterne della casa, degli ingressi e dell’area cortiliva, è decisamente importante; meglio ancora se all’illuminazione viene abbinato un efficiente sistema di video sorveglianza.

Ovviamente si può trovare un giusto compromesso evitando di lasciare accese le lampade esterne tutta la notte, ad esempio abbinando alle stesse dei sensori di movimento.

Quando i sensori ad infrarossi rileveranno il passaggio di qualcosa in movimento le luci si accenderanno in automatico.

Esiste persino una terza possibilità: lasciare l’illuminazione in modalità risparmio, ovvero con una luce più bassa rispetto a quella piena e attivare la luce piena allorché i sensori di movimento rileveranno un passaggio.

Le lampadine LED possono essere montate praticamente su quasi tutti i supporti comunemente usati per l’illuminazione del giardino, dai lampioncini da terra sino alle lanterne per i patii.

Un’alternativa moderna alle lampade consiste nell’utilizzo di faretti e proiettori per mezzo dei quali illuminare le facciate esterne dell’abitazione.

In genere questi faretti vengono collocati a qualche metro di distanza dalle pareti perimetrali con il fascio luminoso rivolto verso le pareti stesse.

Al di là del fattore sicurezza, se avete un immobile di pregio i proiettori contribuiscono a donare a tale immobile un interessante effetto scenografico durante le ore notturne.

Illuminazione del giardino e vantaggi delle lampadine a LED

Chi ama godersi la frescura serale nelle torride giornate estive sa bene come l’illuminazione porti con sé anche lo spiacevole inconveniente degli insetti che sciamano intorno alle lampade e quindi anche intorno a noi.

illuminazione piscinaSpesso si sente dire che l’illuminazione a LED non attiri gli insetti o, addirittura, li rispinga.

In realtà questo sarebbe troppo bello per essere vero e, di fatto, non è completamente vero.

Ciò che si può dire è che la luce emanata dai LED attiri meno gli insetti rispetto alla vetusta illuminazione con lampadine a incandescenza.

In particolare la luce emanata dai LED a luce calda risulta la meno attraente in assoluto per gli insetti.

Ciò non significa che gli insetti non siano comunque attratti dalla luce, ma che lo siano in misura decisamente inferiore rispetto ad altre fonti di illuminazione e questo sembra ormai scientificamente provato da uno studio promosso dall’Associazione americana per l'avanzamento delle scienze (AAAS).

Tornando ai sistemi di illuminazione, chi è particolarmente attento a sfruttare al massimo l’energia si guarderà dall’utilizzare lampioncini che disperdano la luce anche verso l’alto, laddove serve a ben poco.

Avere dei globi luminosi diffonderà certamente la luce in maniera più uniforme ma in questo, come in molti altri casi, bisogna sempre saper scegliere tra estetica e funzionalità.

Essendo i LED poco energivori vale la pena anche di considerare la possibilità di abbinare questo tipo di illuminazione a piccoli pannelli fotovoltaici.

La batteria di queste, in genere piccole, lampade si carica con la luce del sole durante il giorno, mediante piccoli pannelli fotovoltaici, e durante la notte, attivati da un sensore crepuscolare, illumina i LED.

Per lo più questo tipo di sistema segnapassi si utilizza per i percorsi pedonali, per i vialetti, o per l’accesso al box auto. Certamente sarà sempre più sviluppato in un futuro prossimo quando i pannelli fotovoltaici diventeranno sempre più efficienti.

Chi volesse saperne di più sul mondo dei LED e magari cercare la soluzione migliore, sia per l’esterno che per l’interno della propria abitazione, può cercare (ed acquistare) direttamente online sul sito

https://www.ledleditalia.it/c/lampade-e-lampadine-a-led/

Articoli correlati:

https://www.faidatehobby.it/lampade-vintage-stile-steampunk.html

Natale 2017

Iscriviti alla newsletter!

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!