L'attivatore di compostaggio

gli attivatori di compostaggioPreparare il compost non è particolarmente difficile ma richiede un po' di attenzione e, in certi casi, bisogna ricorrere all'"aiutino".

L'aiutino di cui stiamo parlano è l'attivatore di compostaggio, ovvero una miscela di batteri che, aggiunta al compost, ne favorisce ed accelera il processo di decomposizione.

Bisogna chiarire, però, che questi composti esercitano un ruolo soprattutto nei casi in cui il processo di decomposizione del cumulo non risulta ottimale, ma non sembra incidere più di tanto quando il processo già si svolge correttamente.

Per rendere ancora più chiaro ciò di cui stiamo parlando, pensate al ruolo svolto dai fermenti lattici sul nostro organismo e, in particolare, sul nostro intestino.

Molti di noi soffrono di problemi intestinali dovuti al fatto che la flora batterica, presente nel nostro intestino, non riesce a disgregare correttamente il cibo in transito. I fermenti lattici hanno quindi la funzione di regolarizzare ed accrescere la flora batteriaca a tutto vantaggio del nostro benessere intestinale.

Visualizza gli attivatori di compostaggio in commercio

Lo stesso accade con il compost e gli attivatori di compostaggio: quando i microrganismi presenti nel cumulo risultano insufficienti per disgregare il materiale, si può aggiungere l'attivatore che agisce sul cumulo un po' come lo yogurt agisce sul nostro intestino, mettendo gli enzimi e i microrganismi presenti nel compost nelle condizioni migliori per svolgere il loro lavoro.

Rimanendo sull'esempio dello yogurt, tuttavia, non bisogna immaginare che esso possa svolgere un ruolo miracoloso in caso di alimentazione sbilanciata: se ci nutriamo in maniera errata è la nostra alimentazione che dobbiamo correggere, in primo luogo.

Allo stesso modo, non bisogna vedere negli acceleratori di compostaggio una soluzione miracolosa che possa sopperire agli errori che abbiamo fatto nella preparazione del compost.

Insomma, la regola aurea è quella di seguire per filo e per segno le migliori pratiche per la preparazione del compost e, nel caso, ricorrere anche all'attivatore di compostaggio che, ricordiamolo, ha un costo che incide abbastanza sulla preparazione di un materiale, il compost, che dovrebbe essere per sua natura assolutamente a costo zero o quasi.

L'acceleratore di compostaggio è quindi sconsigliato?

No, l'attivatore non è sconsigliato ma è costoso e se ne può fare a meno.

Chi è alle prime armi con la produzione del compost, però, può trovare un aiuto in questi prodotti.

Questi prodotti costano, è vero, ma se l'alternativa del principiante è perdere il compost (o quello che sarebbe dovuto diventare compost) e magari anche la passione per il compostaggio, allora il consiglio è avere, almeno nel primo anno, a portata di mano un prodotto che possa rendere più agevole tutto il processo.

Se nel primo anno otterrete del buon compost, magari anche con l'aiuto dell'attivatore, sarete stimolati a continuare e, una volta che avrete appreso sul campo quello che si poteva correggere, dal secondo anno potrete già farne a meno.

Cosa contengono gli attivatori di compostaggio?

Gli acceleratori del compost sono in genere composti da una miscela di enzimi, lieviti, colture batteriche ed elementi minerali che hanno la funzione di stimolare la riproduzione dei microrganismi aerobici e, di conseguenza, di accelerare il processo di compostaggio.

Si tratta di elementi naturali senza alcuna particolare tossicità e quindi non si deve immaginare che aggiungendo al cumulo questi composti si aggiunga chissà quale elemento chimico.

Visualizza gli attivatori di compostaggio in commercio

Proprio perchè sono elementi naturali, tuttavia, potrebbero tranquillamente essere recuperati anche altrove e, con un po' di sforzo, potreste creare voi stessi il vostro acceleratore per compost.

L'attivatore del compost fai da te

Alcuni esperti ed appassionati di compostaggio hanno trovato che una semplice ricetta può essere utile per attivare i microrganismi del suolo senza dover ricorrere agli attivatori di compostaggio commerciali.

Questa ricetta consiste nel sciogliere mezzo kg di zucchero e un cubetto di lievito di birra nell'acqua tiepida di un grande innaffiatoio.

Questa miscela è sufficiente per un metro cubo di materiale.

Anche le ortiche fresche, tagliate prima della fioritura e poi sminuzzate e messe a macerare in acqua, sono ricche di azoto e possono sostituire i concimi commerciali.

Seguici su Google+