Come scegliere la compostiera

come scegliere la compostieraLa scelta della compostiera deve essere fatta in base ad una serie di valutazioni che andiamo ad illustrare.

Autocostruirsi una compostiera non è una cosa particolarmente difficile ma le compostiere che si trovano in commercio, oltre ad essere progettate appositamente per ottenere il migliore risultato possibile dalla nostra attività di compostaggio, risolvono anche tutta una serie di problemi. 

Vediamo subito le più comuni domande che bisogna porsi quando ci si accinge a scegliere una compostiera.

Quanto deve essere grande la compostiera?

La capacità delle compostiere viene calcolata in litri e per cercare di capire quanto deve essere grande la compostiera dovreste fare mente locale circa tutti i rifiuti organici che producete durante l'anno.

Nella compostiera finiscono gli scarti della cucina, quelli dell'orto, del giardino ed, eventualmente, anche del bosco, se ne avete uno.

Più la famiglia è numerosa e più rifiuti organici si producono e lo stesso vale per l'estensione del giardino e dell'orto.

Vedi tutte le compostiere in offerta

Quello che non molti considerano è che il compostaggio domestico è un ciclo che comprende tre fasi:

  1. riempimento
  2. decomposizione
  3. svuotamento

Una volta che la compostiera ha raggiunto il limite massimo della sua capienza bisogna poi lasciare il tempo ai microrganismi di svolgere il loro lavoro se vogliamo ottenere, alla fine del ciclo, un compost finito e di buona qualità.

Questo per dire che bisogna considerare l'acquisto di due o tre compostiere, in maniera tale che mentre la prima è riempita si possa procedere con il riempimento della seconda e così via, fino a quando il compost della prima compostiera sarà pronto, la compostierà potrà essere svuotata e pronta per essere riempita nuovamente.

Quindi, per un giardino di grandi dimensioni si può anche pensare di acquistare una compostiera molto capiente, fino ai 750 litri, per giardini più contenuti ve ne sono anche da 200-300 litri

Più la compostiera è grande e meno soggetta è agli sbalzi termici; una compostiera piccola va preferibilmente coperta in inverno per evitare che si raffreddi eccessivamente e il materiale al suo interno finisca a sua volta per congelarsi, bloccando, di fatto, il processo di compostaggio.

Sono meglio le compostiere in plastica o quelle in legno?

Le compostiere in plastica hanno l'aspetto di torrette a base quadrata o, più spesso, circolare. Non sono spiacevoli a vedersi, ma comunque non si integrano bene quanto il legno in un ambiente naturale.

compostiera in legno

I criteri estetici devono tuttavia passare un attimo in secondo piano rispetto a quello che, in primo luogo, ci aspettiamo di ottenere da una compostiera: dell'ottimo compost.

La facilità con cui è possibile pulire, esternamente ed internamente, le compostiere in plastica è decisamente un punto a loro vantaggio.

Il legno è il materiale d'elezione per chi vuole auto costruirsi una compostiera ma facciamo attenzione che esso non sia trattato con prodotti chimici inquinanti.

Unendo tra loro quattro bancali di legno potremmo già avere ottenuto una capiente struttura ove compostare gli scarti del giardino e della cucina, ma dobbiamo essere certi che quei pallet, come spesso accade, non siano impregnati delle sostanze che hanno trasportato, talvolta anche sostanze tossiche.

Le compostiere in legno hanno, in genere, ampie aperture e questo può attirare animali ed insetti di ogni tipo.

Il legno, per giunta, tende a marcire a contatto con l'umidità e il compost, lo sappiamo bene, deve essere mantenuto costantemente umido.

Le strutture in legno sono difficili da spostare mentre le compostiere in plastica, una volta svuotate, possono essere tranquillamente spostate altrove.

A questo punto sembrerebbe non esserci storia: le compostiere in plastica sono decisamente da preferirsi, eppure anch'esse hanno qualche aspetto sfavorevole.

La plastica è meno isolante del legno e tende a riscaldarsi e raffreddarsi con maggiore rapidità; nel processo di compostaggio questo non è un bene dal momento che la temperatura incide molto. Una temperatura troppo bassa raggiunta all'interno della compostiera potrebbe bloccare completamente l'attività dei microrganismi, mentre una temperatura troppo alta potrebbe sterilizzare il materiale facendoci ottenere della torba, anzichè del compost.

Inoltre la plastica, esposta alle intemperie, diventa più fragile e può rompersi durante le basse temperature invernali.

Anche considerati questi punti critici, tuttavia, le compostiere in plastica e, ancor meglio, le compostiere rotanti in plastica rimangono la soluzione ottimale per chi vuole approcciarsi al magico mondo del compostaggio domestico.

La grande varietà di scelta e il fatto di essere studiate appositamente per ottenere il migliore risultato possibile dal compostaggio, fanno sì che le compostiere in plastica siano decisamente la scelta su cui puntare.

Ricordatevi sempre di verificare che la compostiera che andate ad acquistare sia dotata di fondo, poichè è da preferire rispetto a quelle le cui pareti poggiano direttamente sul terreno.

Il colore della compostiera è importante?

compostaggio domestico

Il colore della compostiera influisce indirettamente sull'attività di compostaggio.

In genere le compostiere in plastica sono di colore nero, verde o marrone.

I colori scuri delle compostiere sono da preferirsi in quanto, turante l'inverno, tendono a riscaldarsi grazie all'irraggiamento solare e questo porta beneficio al processo di compostaggio evitando che la temperatura del compost si abbassi troppo.

I colori scuri, inoltre, staccano meno tra la vegetazione del giardino e questo è un beneficio estetico di non poco conto.

Quale altezza deve avere la compostiera?

L'altezza di una compostiera è di circa un metro e mezzo e le compostiere rotanti possono raggiungere altezze anche maggiori. Una compostiera il cui contenuto è possibile scaricare direttamente nella carriola è un vantaggio non indifferente ma ha, per contro, lo svantaggio di essere difficile da riempire.

Dovendo scegliere, però, è meglio che la compostiera si alta piuttosto che bassa, se avremo difficoltà a raggiungere il coperchio superiore per procedere al rempimento potremo, con tre blocchi forati di 20x30, creare un paio di solidi gradini su cui salire.

Vedi tutte le compostiere in offerta

Seguici su Google+

Entra nel gruppo!