Come sostituire il water da soli

Indice articoli

Ora che abbiamo rimosso il vecchio vaso si tratta di prendere un pò di misure e preparare tutto il necessario per poter posizionare il nuovo sanitario.

Come potete vedere nelle foto di questo articolo, rimane sempre del silicone attaccato al pavimento, una volta tolto il water. Non descriverò qui le operazioni da compiere per ripulire il pavimento dal vecchio silicone indurito poichè vi abbiamo dedicato un articolo apposito che vi invito a leggere.

https://www.faidatehobby.it/Casa/come-rimuovere-il-silicone-indurito.html

Sarà necessario anche rimuovere i vecchi tasselli se, con ogni probabilità, i fori di fissaggio del nuovo vaso non hanno una distanza identica rispetto a quelli del precedente. Per rimuovere i tasselli utilizziamo un paio di pinze; è un'operazione un pò faticosa poichè quando si tratta di avvitarli lo facciamo girando il dado ma quando si tratta di toglierli rimane solo una vite senza dado che è un pò difficile da girare.

Una volta che avremo portato a casa il nuovo water (maneggiamolo con cura perchè è facile scheggiare la ceramica) posizioniamolo nei pressi della sua sede definitiva e valutiamo se le distanze tra i vari elementi combaciano oppure ci sono dei lavori aggiuntivi da svolgere.

Nel mio caso ho notato subito che la distanza tra i tasselli di fissaggio non era identica (il vecchio vaso aveva una distanza tra i tasselli di 16 centimetri mentre il nuovo di 18 centimetri), ma questo era preventivato; quel che è peggio è che il foro posteriore di imbocco del tubo di scarico della cassetta dello sciacquone era leggermente più alto. Che fare in questo caso? Come già detto la cosa migliore era comprare una nuova cassetta con un tubo esterno che avrebbe facilitato anche il montaggio del vaso; io ho adottato una soluzione tampone riscaldando il tubo di plastica con la fiamma, fino a quando non si ammorbidiva leggermente, fino a farlo entrare nel foro posteriore. Ribadisco che questa non è la soluzione ideale, ma solo la più economica.

Inoltre è stato subito evidente come fosse necessaria una guarnizione di raccordo tra lo scarico del wc e la braga a pavimento. Sul wc vecchio non era stata nemmeno installata alcuna guarnizione perchè la parte ceramica del vaso entrava direttamente nella braga di scarico. Col nuovo vaso è stato quindi necessario adottare questa sorta di prolunga di raccordo che, essendo eccentrica, permetterà di gestire meglio anche piccoli spostamenti del vaso rispetto alla posizione originaria.