Come sverniciare un mobile in legno

Indice articoli

Una volta presa la decisione di sverniciare un mobile non ci resta che trovare un luogo tranquillo dove poter iniziare il lavoro.

Se possiamo scegliere un periodo dell'anno cerchiamo di optare per le stagioni di mezzo come la primavera e l'autunno, quando le giornate non sono nè troppo calde nè troppo fresche.

Il lavoro, infatti, è molto meglio svolgerlo all'esterno poichè sverniciatore e diluente non hanno propriamente un buono e salutare odore.

Se possiamo evitare di respiralo nel chiuso di una stanza, quindi, tanto meglio.

Nel caso dobbiate lavorare in interno cercate di trovare uno spazio abbastanza grande per armeggiare agevolemente intorno al vostro mobile e mantenete ben areata la stanza aprendo le finestre, per esempio.

All'interno abbiate cura di proteggere il pavimento con un telo di plastica e all'esterno abbiate cura di non operare sotto il sole.

sverniciatore gelPosizioniamo la parte del mobile che dobbiamo sverniciare su dei cavalletti di legno e andiamo a cominciare.

Come vedete dalla foto iniziale gli strumenti basilari per la sverniciatura di un mobile antico sono lo sverniciatore in gel, alcune matassine di lana di acciaio non troppo fine nè troppo grossa, un pennello di medie dimensioni e, ovviamente, una spatola di plastica o di acciaio che nella foto non appare.

Per la pulizia munitevi invece di almeno due litri di acquaragia o diluente nitro e una spugnetta.

Per la sicurezza, quando si utilizza lo sverniciatore, indossate sempre guanti, occhiali e possibilmente una camicia dalle maniche lunghe.

A nostro avviso in lavori che richiedono precisione, delicatezza e la necessità di avere la massima sensibilità nelle mani, i guanti in lattice sono la soluzione migliore ma se vi trovate bene anche con altri tipi di guanti non ha importanza, l'importante è utilizzarli.

stendere-lo-sverniciatore
Se utilizzate una spatola di acciaio, utilizzate una spatola già usata ma in buono stato piuttosto che una spatola nuova.

Se la spatola è nuova vi accorgerete immediatamente come il taglio squadrato della spatola stessa non agevoli il movimento e gli spigoli estremamente appuntiti rischino di graffiare il legno in maniera poi difficilmente rimediabile.

Se la spatola in acciaio è nuova, quindi, è necessario usurarla quanto basta sfregando ripetutamente la spatola contro un mattone o un sasso piano. Effettuiamo dei movimenti come se dovessimo stendere qualcosa sul mattone o sulla pietra fino a quando il taglio e gli spigoli della spatola non siano sufficientemente smussati.

Passiamo ora a vedere come si stende e si rimuove lo sverniciatore.