Il bagno di casa e gli ospiti: situazioni imbarazzanti da evitare

Bagno ed ospitiRicevere ospiti a casa può essere piacevole come anche stressante ma quando gli ospiti devono usare il nostro bagno dovremmo essere certi di evitare loro spiacevoli imbarazzi.

Ognuno di noi, in quanto esseri umani con determinate esigenze fisiologiche, può raccontare una serie di eventi spiacevoli occorsi in un bagno ma, in quanto padroni di casa, dovremmo accertarci sempre che certe spiacevoli circostanze non abbiano a verificarsi proprio nel bagno di casa nostra, mettendo in imbarazzo i nostri ospiti e anche noi, se abbiamo un minimo di considerazione nei loro confronti.

Ecco quindi una lista di cose da prendere in considerazione per non rovinare la nostra reputazione di ospiti e non dar modo ai nostri visitatori di raccontare in giro le disgrazie a loro accadute nell'angolo più intimo della nostra casa.

1) Se hai mai dovuto chiamare dall'interno di un bagno qualcuno affinchè provvedesse a portarti un rotolo di carta igienica, sai bene come questa non è una delle esperienze maggiormente desiderabili. Specialmente se non conosci bene il padrone di casa, in questa situazione non sai mai come comportarti. Ok, rimanere chiusi fuori di casa completamente nudi può essere maggiormente imbarazzante ma essere in bagno privi di carta igienica nel momento "topico" non è comunque uno spasso.

Accertati quindi che nel tuo bagno ci sia sempre una scorta di carta igienica. E sto dicendo proprio all'interno del bagno, perchè se dover dare istruzioni al tuo ospite, da dietro alla porta, su dove trovare un rotolo nuovo può essere imbarazzante, non lo sarà mai tanto quanto il dover porgere il rotolo, conservato chissà dove, attraverso la porta socchiusa. Certe cose non si perdonano...

2) Lascia in bella evidenza dello spay deodorante. Senza scendere nei particolari: lo sappiamo tutto che i gas intestinali, ed in particolare l'acido solfidrico, non profumano di violetta, giusto? Evitiamo quindi al nostro ospite l'imbarazzo di dover lasciare il bagno non proprio profumatissimo a chi dovesse dovesse servirsene subito dopo. Meglio lasciare una bomboletta spray che sia riconoscibile piuttosto di uno di qui deodoranti a muro anonimi di cui solo noi conosciamo il contenuto e l'uso. Se poi si tratta di un minuscolo bagno degli ospiti ricavato in un locale senza finestra allora lo spray diventa fondamentale.

3) Se il tuo wc non scarica bene, aggiustalo! È imbarazzante dover tirare lo sciacquone due o tre volte per far andare giù tutto. A chi sta fuori e sente usare ripetutamente lo sciacquone potrebbe sorgere il dubbio che l'ospite abbia gravi problemi gastro-intestinali.

4) Lo scopino del wc: gioie e dolori. Senza entrare nel dettaglio, anche in questo caso: può essere che dei residui rimangano attaccati alle pareti interne del wc anche dopo aver tirato lo sciacquone? E allora come si risolve? Con lo scopino, direte voi!
Eh, ma in primo luogo lo scopino deve esserci e poi dovrebbe essere pulito. Lo scopino è un'arma a doppio taglio: fa più schifo lasciare il wc sporco o lo scopino sporco? Tenuto conto che lo scopino è, in bagno, l'oggetto in assoluto più sporco (spesso anche più sporco dello stesso wc) io consiglio l'installazione di un idroscopino, ovvero una mini doccetta con un getto d'acqua concentrato che permette di ripulire da eventuali residui la superficie interna del wc. Certo, bisogna prevedere un allaccio alla rete idrica (in genere ci si allaccia al tubo che porta acqua fredda al bidet) ma a mio avviso è molto più igienico.

5) Sapone! Se gli ospiti usano il tuo stesso bagno abbi cura di mettere sul bidet del sapone liquido. Andiamo, si può essere fan delle saponette ma per il bidet, sapone liquido tutta la vita. E comunque sia rendete immediatamente evidente all'ospite quale sapone deve usare, non sia mai che usi la saponetta con cui voi vi lavate la faccia. E che dire di chi riempie il bagno di saponettine profumate e candele e l'ospite non sa mai se tali saponette siano puramente decorative o possano essere usate anche per finalità ben più pratiche? È come nel marketing: deve esserci un invito all'azione e quall'invito deve essere chiaro ed univoco.

6) Salviette. Vale lo stesso discorso fatto per il sapone. 

7) Nascondi tutto ciò che non vuoi che venga visto. È per il tuo bene e per quello dei tuoi ospiti. Tu  non vorresti avere una conversazione con un ospite sapendo che, per tutto il tempo, quello potrebbe avere in mente solo il fatto di aver visto il tuo test di gravidanza poggiato vicino al lavabo, non è vero? Certo, ci sono anche gli ospiti curiosoni che quando visitano il tuo bagno non mancano di dare un'occhiatina, non richiesta e non necessaria, anche nei mobiletti, ma in tal caso sarebbe meglio cambiare ospiti.

8) La polvere nascosta sotto al tappeto. Anzi, no, gli schizzi nascosti sotto al sedile del wc...
Le signore che non vivono con uomini per casa ricordino di dare una pulitina anche alla parte inferiore della tavoletta del wc. È vero che per la legge di gravità tutto tende ad andare verso il basso ma tenuto conto della dinamica dei fluidi bisogna considerare gli schizzi di ritorno che spesso finiscono per sporcare la parte inferiore della tavoletta. Quando un maschietto visita il vostro bagno alza la tavoletta (almeno si spera che lo faccia) e non vorrebbe vedere...beh, ci siamo capiti, vero?

Se non sapete nulla sulla fluidodinamica sappiate che due scienziati americani hanno studiato il comportamento dell'urina maschile per capire come evitare spiacevoli schizzi di ritorno. Ok, è una variazione sul tema. In ogni caso, come diceva il mio professore, "l'ignoranza non è una scusante". Qui l'imperdibile studio:
http://www.focus.it/cultura/la-scienza-della-perfetta-pipi

9) Fornite un cestino dei rifiuti per evitare che gli ospiti debbano portarsi via, nascosta chissà dove, della spazzatura. Se vi sembra una cortesia eccessiva offrire un cestino dei rifiuti tenete conto che qualche vostro ospite potrebbe essere tentato di riversare di tutto nella tazza del water con il rischio di intasarlo. Devo ricordarvi quanto costa un idraulico...?

10) Se volete vincere il premio come miglior bagno ospitante allora cercate di offrire ai vostri ospiti anche dei sistemi che generano un rumore coprente. Chiedere dov'è il bagno può suscitare qualche imbarazzo ma scoprire che il bagno si trova attaccato al salotto dove altre persone stanno chiacchierando rende il tutto particolarmente stressante; a maggior ragione se l'isolamento acustico del bagno lascia a desiderare.

Quando siamo in bagno capita di emettere dei "rumori", è fisiologico, ma le convenzioni sociali ci dicono che ciò è disgustoso e quindi dobbiamo evitare. Evitare non è possibile e quindi dobbiamo trovare qualche espediente per fare in modo che questi rumori siano coperti. Ecco, allora, che può essere utile mettere una radiolina in bagno se proprio non volete ricorrere ad un Washlet (termine che unisce le parole inglesi wash, lavaggio, e toilet) che incorpori una funzione che riproduce il rumore dell'acqua di scarico senza dover necessariamente usare lo sciacquone. Queste toilets sono nate in Giappone e sono diventate dei veri e propri angoli tecnologici incontrando grande favore tra gli utenti.

Ok, questa lista, ben lungi dall'essere completa potrà tuttavia fornire, se messa in pratica, un buon livello di comfort all'ospite che dovesse far uso del vostro bagno.

Dite anche la vostra. Trovate che vi sia qualcosa da aggiungere? Se ve la sentite commentate raccontando qual'è stata l'esperienza più imbarazzante in cui siete incappati facendo uso di un bagno altrui.

Articoli correlati:

Sanitari a scomparsa

Eliminare il ruomore della cassetta del wc

La scelta dei sanitari

Ultima modifica il Venerdì, 27 Febbraio 2015 23:42
Roberto Sala

Il mio nome è Roberto Sala, responsabile ed amministratore del sito, nonchè appassionato di fai da te.
Se vuoi contattarmi puoi farlo inviando una mail a questo indirizzo:

info@faidatehobby.it

 

 

Sito web: plus.google.com/103519323931324677301?rel=author