Coltivare la menta

Coltivazione della mentaLa menta è una pianta di facilissima coltivazione e sarà semplice poterne gustare il sapore per molti anni, una volta messa a dimora.

La Mentha spicata è la specie che viene più comunemente coltivata anche se molti preferiscono la specie che presenta delle foglie arrotondate, cioè la Mentha rotundifolia, che viene anche chiamata con altri diversi nomi: mentasso, mentone, mentaspru, mentastro. Questa seconda varietà viene coltivata allo stesso modo ma risulta meno attaccabile dalla ruggine.

La menta è una pianta perenne che viene coltivata soprattutto per le sue virtù rinfrescanti e aromatiche; ci si può preparare il tè alla menta o utilizzarla in molti cocktails.

Foglie di mentaLa menta è una pianta che necessità di pieno sole o leggera ombra ed ama i terreni ricchi e naturalmente umidi.

La messa a dimora avviene in autunno o in primavera. Si possono comprare in vivaio le piantine o semplicemente farci regalare alcune radici da un vicino o un parente che non dovrebbe certo rifiutarcele. Infatti la menta è una pianta molto invadente e si propaga attraverso le radici rizomatose in maniera estremamente facile. Se non volete che la pianta prenda possesso di tutto il terreno, che magari avete dedicato alle piante aromatiche, è necessaro scavare un solco profondo 30 o 40 centimetri intorno allo spazio a lei dedicato oppure interrare delle assi di legno tutto intorno al perimetro.

In breve tempo la vostra pianta di menta crescerà rigogliosa raggiungento un'altezza di 30-45 centimetri.

Una volta che la pianta è diventata abbastanza robusta si possono staccare le foglie per le nostre necessità. Se si vuole avere un secondo raccolto in autunno è necessario, nel mese di giugno, tagliare la pianta rasoterra.

La menta piperitaCome è già stato scritto, la moltiplicazione della menta avviene attraverso le radici per cui è sufficiente dividere i rizomi in due o più parti e ripiantarli per ottenere delle piante singole.

La menta si può gustare anche fuori stagione se avremo l'accortezza di essiccare o congelare le sue foglie.