Fare un mosaico con le piastrelle rotte

Piastrelle mosaico

Un’originale idea per gli amanti del fai da te e del riciclo.

L'idea consiste nel poter riusare dei materiali che altrimenti finirebbero in discarica, riuscendo a creare anche degli oggetti molto interessanti e, come sempre, risparmiando denaro.

Se avete a disposizione delle piastrelle di diversa foggia e colore che magari erano difettate e perciò inadatte alla vendita, si può pensare di riutilizzarle rompendole e creando, attraverso i frammenti-tessere ottenuti degli interessanti effetti a mosaico.

Per poter sfruttare al meglio queste tessere è necessario, in primo luogo, avere una certa sensibilità artistica e un certo gusto per l’abbinamento dei colori e poi il consiglio è quello di realizzare pezzi piuttosto grandi  (almeno 30 x 30 cm.).

E' importante sottolineare che esistono piastrelle per esterno e per interno e che nel momento in cui si realizza un mosaico di piastrelle bisogna avere già presente dove dovrà essere posizionato. Realizzare un mosaico con piastrelle per interno e collocarlo all'esterno avrebbe come inevitabile conseguenza la rottura delle piastrelle e la rovina del nostro lavoro, poichè le piastrelle per interno non resisterebbero agli agenti atmosferici e ai cicli di gelo e disgelo.

Innanzitutto bisogna realizzare il supporto in cemento per il nostro mosaico.

Iniziamo col realizzare una cassaforma  con quattro pezzi di legno dell’altezza di tre centimetri e uniti in modo da realizzare un quadrato; la raccomandazione è che gli angoli interni siano effettivamente di 90 gradi. I più ingegnosi potrebbero realizzare una cassaforma apribile con una funzionalità analoga a quella di certe tortiere e cioè di potere rimuovere il nostro blocco di cemento con più facilità quando sarà indurito ed asciutto.

Disponiamo la cassaforma su un piano liscio che può essere un foglio di plastica, di polistirolo ecc.; un materiale cioè che non si leghi al nostro cemento e che sarebbe poi difficile rimuovere.

Una volta che la cassaforma è pronta possiamo colarvi dentro il composto cementizio a base di sabbia e cemento avendo cura di pressarlo in modo che non si formino bolle d’aria al suo interno e livellando, infine il composto al livello superiore della cassaforma utilizzando un altro pezzo di legno.

A questo punto non rimane che lasciare che il composto indurisca e quindi rimuoverlo dalla cassaforma. Avremo, a questo punto, ottenuto la nostra mattonella di cemento delle dimensioni di un quadrato di 30 – 40 cm che fornirà il supporto per l’incollaggio dei nostri pezzi di piastrella per realizzare il mosaico che più ci piace.

Disponete, a questo punto, le schegge di piastrella vicino al supporto dividendole per colore (se il mosaico sarà a più colori) in modo tale che siano facilmente raggiungibili quando dovremo incollarle sul supporto.

Prendiamo ora il collante per piastrelle e impastiamolo seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Una volta realizzato il collante bisogna stenderlo sul supporto utilizzando una spatola dentata che ha la caratteristica di distribuire il collante con la caratteristica striatura a gradini.

Cominciando dall’esterno bisogna ora collocare i pezzi di piastrella utilizzando , lungo il bordo, quelli che presentano un lato retto. Completiamo il perimetro e poi procediamo verso il centro continuando ad incollare lasciando degli spazi, tra una tessera e l’altra, non troppo stretti nè troppo larghi e controllando frequentemente,  con un pezzo di legno perfettamente retto, che esse non presentino degli avvallamenti.

Terminato il lavoro avremo realizzato un mosaico uniforme e tra le tessere saranno rimasti degli spazi vuoti che dovremo riempire con lo stucco.

Misceliamo quindi lo stucco che avremo acquistato nel colore che preferiamo seguendo le istruzioni sulla confezione ed, una volta pronto, stendiamolo con una spatola di gomma all’interno degli interstizi ripetendo più volte l’operazione in sensi opposti per favorire la fuoriuscita di bolle d’aria e, ogni volta. Rimuovendo gli eccessi di stucco che, alla fine, deve risultare praticamente a filo delle nostre piastrelle.

Lasciamo che lo stucco indurisca quanto basta ma che non indurisca completamente e quindi rimuoviamo lo sporco che sarà inevitabilmente rimasto sulle schegge di piastrella. Utilizziamo, a tal fine, una spugna inumidita e passiamola delicatamente sopra il mosaico per fare in modo che la superficie delle piastrelle risulti, al termine, pulita e lucida. Questa operazione risulterà tanto più facile quanto le nostre piastrelle saranno lisce e poco porose.

A questo punto, la nostra grossa piastra a mosaico è pronta. Non ci resta che procedere allo stesso modo  e realizzare tante piastre quante ce ne servono per coprire la superficie che desideriamo.