Intricate parrucche barocche fatte di carta

Sotto Carnevale questo articolo riguardante l'artista russa che crea meravigliose parrucche barocche fatte di carta mi ha fatto sobbalzare.

Sì, perchè simili copricapi non stonerebbero tra le più belle maschere del Carnevale di Venezia.

Asya Kozina è un'artista russa e, per anni,  ha trasformato la carta in autentiche opere d'arte ottenendo giusta fama per le impressionanti riproduzioni degli abiti nunziali della Mongolia.

Kozina spiega così la motivazione che la ha portata ad intraprendere questo percorso artistico: "Le parrucche storiche mi hanno sempre affascinato, soprattutto quelle dell'epoca barocca. Questa forma d'arte ha un puro fine estetico, non ha un senso pratico, ma sono belle. La carta consente di evidenziare la forma principale di queste parrucche senza essere ossessionati da dettagli inutili".

Lo stile barocco, si sa, era volutamente opulento, eccessivo, se vogliamo. Asya Kozina è riuscita a riprodurne lo stile in maniera mirabile aggiungendo, di suo, a queste già complicate acconciature di carta altri elementi stilistici quali fiori, foglie, e una barca a vela eccezionalmente intricata; il tutto delicatamente adagiato nella massa di capelli di carta, aggiungendo un senso di fantasia e un tocco di stravaganza alle composizioni concettuali.

Avevamo già parlato in un'altro articolo

https://www.faidatehobby.it/quilling-arte-dei-riccioli-di-carta.html

dell'arte del quilling, di quella forma artistica, cioè, diventata popolare in Europa nel 18° secolo, quando le signore della nobiltà ("signore del tempo libero") erano solite dedicarsi ad arricciare la carta per creare delicate composizioni.

In un certo senso questi copricati realizzati da Asya Kozina sono un ideale punto di congiunzione con quella forma artistica.

Tecnicamente non dovrebbe essere troppo difficile realizzare delle parrucche di carta come queste ma, questo è sicuro, al pari del quilling esse richiedono una buona dose di pazienza e di senso artistico. Sarebbe bello se oltre alla semplice carta bianca fosse stata utilizzata anche della carta colorata per rendere le "sculture" ancora più vivaci.

Per vedere altre opere dell'artista potete consultare la sua pagina Facebook:

https://www.facebook.com/kozina.asya

oppure visitare la galleria delle sue opere su Behance

https://www.behance.net/asyakozina