Come fare un cassetto in legno

Secondo l’utilizzo e il tipo di mobile al quale viene destinato, un cassetto può essere fatto in diversi modi.

Un cassetto del bancone di lavoro, ad esempio, sarà fatto in maniera molto più rudimentale rispetto ad uno destinato ad una biblioteca che, invece, deve essere bello e ben rifinito.

Secondo questi criteri e secondo la tua abilità nel lavorare il legno, puoi scegliere tra i modelli che ti descrivo.

In questo articolo parliamo di come realizzare un classico cassetto in legno, quindi non ci addentriamo nell’installazione di guide scorrevoli che rendono il movimento del cassetto molto più fluido.

Queste guide potranno comunque essere installate scegliendo di creare un cassetto con guide, ma sostituendo alle guide di legno delle più moderne guide metalliche.

Materiali necessari

  • Per i lati: abete, quercia, acero o panforte
  • Per il fondo del cassetto: compensato da 5 mm
  • Per la faccia: quercia, compensato o panforte
  • Colla
  • Chiodi a testa piatta
  • Chiodi a testa persa
  • Viti

I diversi tipi di cassetti

Cassetto appoggiato

costruzione di un cassetto

Taglia e unisci con colla e chiodi i due lati C e D, le facce anteriori e posteriori A e B, poi termina con il fondo G, che deve essere a livello del perimetro esterno dell’insieme (Disegno 1).

Sul fondo G e sopra ogni lato C e D, inchioda un foglio di legno duro (H) di piccolo spessore (5mm).

Usa dei chiodi a testa persa e non dimenticare di arrotondare un po’ gli angoli di questi fogli levigandone gli spigoli (Disegno 2).

cassetto sospeso

La parte frontale del cassetto (E) verrà realizzata in compensato o legno massello di 10 mm di spessore, di dimensioni leggermente superiori a quelle della faccia anteriore (A).

La parte frontale del cassetto si fisserà con 4 viti dall’interno del cassetto stesso (Disegno 1).

Fora poi i due spessori E ed A per sistemare la maniglia del cassetto.

All’interno del mobile, e all’altezza del cassetto, fissa poi due listelli di legno (K) che dovrai bordare di uno spessore (J) sul lato esterno.

Questo limita il “gioco” laterale del cassetto ed evita che si ponga di traverso (Disegno 3).

posizionamento listelli

Cassetto sospeso

Il procedimento da seguire è lo stesso già indicato precedentemente, congiungendo i quattro lati e il fondo, è il sistema di scorrimento del cassetto ad essere diverso.

Sui lati C e D, radente al canto superiore, inchioda da ogni parte uno spessore (L) per tutta la lunghezza.

Da ogni lato del mobile, e nel punto corrispondente alla lunghezza del cassetto, inchioda allo stesso modo uno spessore (M), dello stesso taglio di quelli (L). (Disegno 4)

sistema cassetto

Il cassetto, una volta a posto, risulterà sospeso e non appoggiato alle guide con il fondo.

Il funzionamento verrà assicurato dallo scorrimento dei due listelli, L+M, uno sull’altro.

Cassetto con guide

Dopo aver tagliato e congiunto il telaio composto dai quattro lati, inchioda 4 listelli (N) all’interno dei lati e a livello del canto inferiore.

Inchioda sotto questi listelli il fondo (O) tagliato nelle dimensioni dell’interno del cassetto (Disegno 5).

fondo cassetto

In mezzo ad ogni lato (C e D) e per tutta la lunghezza fissa due listelli (P) paralleli (Disegno 6), distanti tra loro secondo lo spessore del listelli (R).

listelli scorrimento

Inchioda i listelli (P) sui lati del cassetto e i listelli (R) sui lati interni del mobile.

Perché il cassetto scorra correttamente devi rendere accuratamente lisci tutti i canti di portata.

Questo modo di costruire il cassetto e le guide permette uno scorrimento più dolce dal momento che il cassetto risulta perfettamente guidato.

Cassetto scanalato

Se disponi di una attrezzatura un po’ più completa e te la cavi abbastanza bene con i lavori di falegnameria, puoi scegliere quest’altra soluzione per costruire il tuo cassetto (Disegno 7).

composizione cassetto

Taglia i lati S e T e, sulla faccia esterna esegui una scanalatura per tutta la lunghezza utilizzando una fresa per legno.

Questa scanalatura avrà la larghezza del listello Y (Disegno 8).

particolare scorrimento

Ricorda di levigare perfettamente per garantire il perfetto scorrimento del listello nella scanalatura.

Su questi stessi lati S e T e sul rovescio, esegui, sulla faccia interna, un’altra scanalatura.

Tale intaglio deve essere realizzato a 5 mm dalla parte inferiore dei tre pezzi S, T e U (Disegno 9).

scanalatura cassetto

Congiungi poi i lati S e T, il davanti e la parte posteriore U e W, con colla e chiodi (Disegno 9, sulla destra).

Sul davanti (W), fai scivolare il fondo (V) nelle scanalature (Disegno 11).

cassetto scanalato

Se necessario dovrai assottigliarlo leggermente sui bordi (vedi dettaglio 11) per poterlo inserire senza difficoltà.

Alla fine inchiodalo sul canto inferiore (W).

dettaglio cassetto

Infine, fissare il listello Y all’altezza stabilita nella parte interna del mobile (Disegno 12) e, per concludere, installa, come fatto precedentemente, la parte anteriore (X) e la maniglia.

Questi sono i 4 modi classici per realizzare un cassetto che, ancora oggi, possono essere tranquillamente usati per molti mobili che non siano quelli per la cucina, per i quali è molto più conveniente adottare un approccio più moderno, installando delle guide di scorrimento metalliche che si muovono su cuscinetti a sfera.

Come agevolare lo scorrimento dei cassetti

cassetti legno

Il problema dei cassetti di legno costruiti col metodo tradizionale è che, dopo qualche tempo, possono cessare di scorrere fluentemente.

I cassetti dei vecchi mobili in legno spesso faticano ad aprirsi e a chiudersi a causa dell'attrito del legno del cassetto sul legno della guida-binario.

La cosa più utile che si può fare in questi casi è quella di lubrificare i binari del cassetto e/o i punti in cui il cassetto appoggia, utilizzando una comunissima candela di cera bianca sfregandola sul binario stesso e, eventualmente, anche nel solco del cassetto in cui va ad inserirsi la guida.


Soluzione semplicissima e di effetto immediato.

Se non disponete di una candela potete tentare anche con il sapone di marsiglia; l'effetto è lo stesso anche se probabilmente meno duraturo.

Ovviamente bisogna valutare che non esistano anche cause esterne che abbiano potuto generare il problema; un aumento di umidità ambientale, ad esempio, potrebbe facilmente fare "gonfiare" il legno del cassetto fino a renderne difficoltosa l'estrazione.

Come evitare i i cassetti escano completamente

I cassetti moderni sono dotati di guide che ne impediscono l'accidentale fuoriuscita totale, con la conseguenza di ritrovarsi con tutto il contenuto del cassetto sparso a terra.

Nei mobili datati, tuttavia, capita spesso che questa utile funzione non sia presente e che in un attimo di fretta o di disattenzione ci si trovi con un cassetto per terra.

In questi caso la soluzione abbastanza pratica e veloce consiste nel montare un blocchetto di legno all'interno della parte posteriore del cassetto, al centro, con una vite.

Per maggiore sicurezza si possono applicare due blocchetti non al centro ma agli estremi del fondo del cassetto.

Inizialmente le viti non devono essere serrate completamente fissando i blocchetti.

Inserite prima il cassetto nella sua sede e poi girate il blocchetto di legno verso l'alto e serrate la vite in modo che, a quel punto, il cassetto non sia più in grado di uscire.

Articoli correlati:

COME FARE UNA CREDENZA RUSTICA

COME COSTRUIRE UN COMODINO

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS