Arredare il giardino con i blocchi di cemento

Arredare il giardino con blocchi in calcestruzzo

Credete che il cemento sia un materiale poco adatto per arredare il giardino? Vi stupirete vedendo quello che si può creare.

I blocchi di cemento che si usano normalmente per costruire pareti, portanti e non, possono essere facilmente utilizzati anche per creare panchine, aiuole rialzate, e vasi per decorare il vostro giardino.

In genere si utilizzano blocchi monocamera a uno, due, o più fori e sono proprio le cavità dei blocchi a rendere questo materiale molto versatile poichè nei fori possono essere fatti passare piccoli travetti di legno, nel caso volessimo creare la seduta di una panchina, o i pali di sostegno di una recinzione, nel caso volessimo proteggere un'aiuola rialzata adibita ad orto.

Il loro svantaggio è quello di avere un aspetto poco rustico che potrebbe non piacere a tutti ma, in abbinamento con le giuste piante o con i giusti rivestimenti, possono creare effetti veramente piacevoli.

Il vantaggio dei blocchi di cemento è che invece sono, in un certo senso, modulari. I blocchi possono essere facilmente impilati, anche a secco, per creare strutture ove coltivare piante, sia da fiore che ortaggi. Se vogliamo creare delle panchine è invece meglio legare i blocchi con la malta per dare più solidità alla struttura.

Il colore grigio dei blocchi si abbina bene a qualsiasi giardino ma ciò non significa che debba essere mantenuto tale e quale. Ad esempio di possono rivestire i blocchi con mosaici (magari creati con piastrelle riciclate) oppure possono essere verniciati per donare loro un aspetto più pulito e levigato che non stonerebbe nemmeno nel giardino di una villetta di lusso. L'abbinamento tra il colore grigio del cemento e il giallo oro è un'altra tendenza che conferisce ai blocchi stile e personalità.

Come detto, è semplicissimo impilare i blocchi, richiede poco tempo e uno sforzo non eccessivo. Volendo creare un'aiuola rialzata, per la coltivazione di fiori o da adibire ad orto, non è necessario legare i blocchi con la malta, a meno che non si superino i 50-70 centimetri di altezza; l'unica accortezza è che i blocchi devono essere posati sfalsati esattamente come accade quando deve essere titato su un muro. La posa sfalsata dei corsi è quella che contribuisce a rendere solida la struttura, anche in mancanza di legante cementizio.

Se avere un'aiuola rialzata con un muretto liscio non è di vostro gradimento provate ad inserire, a tratti, nel muro, dei blocchi girati di traverso in modo tale da creare delle sporgenze in cui collocare delle piccole piante. Essendo i blocchi cavi sono anche senza fondo e perciò bisognerà crearne uno qualora si voglia riempirli di terra.

Le piante più adatte ad essere coltivate nelle cavità dei blocchi sono certamente i cactus e le piante grasse in genere, piante che richiedono poca acqua e poca terra.

Ed ecco una galleria di immagini tra le quali potrete certamente trovare qualche idea con la quale arredare anche il vostro giardino.