Il prato veloce in rotoli

Prato veloce

Il prato in rotoli è una soluzione per realizzare velocemente il giardino. Conviene davvero?

Avere un prato verdeggiante e soffice in pochi giorni è il sogno di tutti ed oggi è (quasi) possibile ottenerlo.

Il prato in zolle o in rotoli è venduto in centri specializzati per questo specifico prodotto e consente di realizzare una copertura erbosa anche su superfici relativamente poco adatte.

Le zolle erbose sono dei veri e propri "tappeti" che, attraverso macchine speciali, vengono tagliati in dimensioni variabili (in genere circa 1 metro per 30 centimetri). Nel video qui sotto potete vedere come la macchina taglia e solleva il prato arrotolandolo in modo tale da essere subito pronto per essere sistemato sui bancali e poi caricato sul camion.

Non bisogna credere, tuttavia, che sia sufficiente comprare il prato in rotoli e stenderlo su un qualunque terreno per avere il giardino dei nostri sogni.

Se partiamo da una situazione di terreno incolto, magari ricoperto da erbacce infestanti, bisogna pur sempre lavorare il terreno prima di applicare il prato pronto in zolle.

prato in rotoliBisognerebbe innanzitutto utilizzare un diserbante per eliminare le infestanti e quindi procedere ad una fresatura superficiale per smuovere il terreno e quindi procedere con la spianatura cercando di eliminare tutti i sassi in superficie, tutti gli avvallamenti e tutti quei difetti che potrebbero interrompere l'uniformità del prato e causare un attecchimento difficoltoso del prato in rotoli a causa della poca aderenza delle zolle erbose rispetto alla superficie che deve accoglierle.

Bisogna ricordare che l'acquisto del prato in rotoli o in zolle deve essere effettuato nel momento in cui le zolle dovranno essere effettivamente stese, poichè i rotoli o le zolle non possono conservarsi per più di poche ore dal momento in cui vengono consegnate.

Generalmente si deve procedere a stendere il prato in rotoli partendo dall'angolo più distante del giardino. Iniziate la copertura del terreno stendendo una prima fila di zolle; la seconda fila dovrà essere stesa ben accostata alla prima  e  facendo in modo che ogni zolla si trovi a cavallo di due zolle della fila precedente ( in altri termini, le fughe tra le zolle devono finire per disegnare dei gradini e non delle linee rette).

Terminato la copertura di tutto il prato, procedete a rullarlo per bene in modo che le zolle risultino ben aderenti al terreno e quindi annaffiare in maniera regolare e frequente proprio come per l'impianto di un nuovo prato.

Se l'attecchimento avviene come dovrebbe, dopo un paio di settimane si può effettuare un primo taglio dell'altezza di 4 centimentri. Se con lo sviluppo del prato dovessero apparire delle linee scure in corrispondenza delle fughe, determinate dall'allontanamento delle zolle le une dalle altre, riempite quesi spazi con terriccio sabbioso e concimate.

Nel video qui sotto potete osservare come posare i rotoli di prato sia in un piccolo giardino che in un grande giardino carrabile.

Concludendo, si può dire che il prato in zolle è sì molto pratico da realizzare ma a causa dell'elevato costo sarebbe sempre meglio procedere all'impianto di un prato tradizionale e attenderne con pazienza la crescita.

Il prato in zolle o in rotoli si presta, invece, ad essere utilizzato in maniere particolari, data la rapidità con cui lo si posa e lo si può togliere; ad esempio in occasione di feste e ricorrenze si potrebbe realizzare un prato veloce in cortile o sul terrazzo, collocato solo la sera prima, e creando un effetto scenico che colpirà certamente amici e conoscenti. Persino in pieno inverno. Le zolle erbose possono durare alcuni giorni se vengono innaffiate regolarmente ma alla fine è necessario procedere alla messa a dimora definitiva.