Dove buttare l’acquaragia e il diluente nitro

Una lattina di acquaragia

Acquaragia e diluente nitro sono sostanze inquinanti che devono essere conferite in un centro di raccolta che provvederà a smaltirle correttamente.

Questo tipo di diluenti sono molto usati anche dagli appassionati del fai da te perché sono indispensabili per la diluizione delle vernici sintetiche e per la pulizia degli attrezzi dopo la verniciatura.

Dopo l’uso, però, può risultare complicato disfarsene anche se, come vedremo, non tutto ciò che si usa è da buttare.

Riutilizziamo l’acquaragia

Non tutto il diluente che abbiamo usato, dopo, è da buttare.

Quando usiamo il diluente per la pulizia dei pennelli, l’importante è lasciare decantare la vernice che si stacca dal pennello e lasciarla depositare sul fondo del contenitore.

A quel punto la parte superiore del diluente è, in genere, abbastanza pulita per essere riutilizzata.

Ricordiamo che l’acquaragia può essere usata anche per la pulizia delle mani sporche di vernice, avendo cura di lavarle subito dopo anche con abbondante acqua e sapone.

Gli stracci imbevuti di acquaragia possono essere lasciati all’aperto, in attesa che le sostanze volatili si disperdano, e poi possiamo anche riutilizzarli o portarli anch’essi in discarica.

Quale contenitore per l’acquaragia in attesa dello smaltimento?

Difficilmente si andrà ad un centro di raccolta solo per conferire un barattolo di acquaragia, ecco perché, nell’attesa di avere anche altro materiale, può risultare conveniente conservare il diluente usato in un apposito contenitore ben chiuso.

I contenitori migliori dove conservare il diluente usato sono quelli di latta e il vetro.

La latta stessa dell’acquaragia può essere riutilizzata per la conservazione del diluente da smaltire. In alternativa, come detto, un barattolo o una bottiglia di vetro con un tappo che sigilli bene.

La plastica va bene per conservare il diluente da smaltire?

In linea generica sì, ma con delle precisazioni.

Se si tratta di una bottiglia PE o PPE va bene, se è di PVC, meglio di no.

Se la bottiglia è PET (quelle dell'acqua) va bene ma solo per il tempo necessario a recarsi al centro di raccolta.

Non vanno invece bene i contenitori in PS (polistirene), ma di solito bottiglie di PS non ne fanno, si fanno i bicchieri per uso alimentare. Ebbene, se provi a usare uno di questi per pulire i pennelli fai molta attenzione: nel giro di pochi minuti verranno corrosi dal diluente.

Dove conservare i diluenti

I diluenti vanno conservati in un luogo fresco e lontano da raggi diretti del sole.

L’acquaragia, così come i diluenti sintetici, ha un elevato grado di infiammabilità, per questo è bene non tenerli in luoghi molto caldi dove potrebbero anche sviluppare pericolosi vapori.

Ricordiamoci sempre di mettere una etichetta chiara e ben visibile sul diluente nuovo, quello usato ma ancora utilizzabile, e quello in attesa di smaltimento.