Nastro adesivo: l’alleato ideale per il fai da te

Lavoretti con il nastro adesivo

Il nastro adesivo è uno strumento che, grazie alla sostanza adesiva applicata su uno o su entrambi i suoi lati, permette di incollare degli oggetti tra loro.

Spesso il suo uso viene associato al settore industriale, in quanto viene frequentemente sfruttato per chiudere gli imballaggi.

Per adempiere a questo scopo ne esistono di varie tipologie, anche se quella che aderisce perfettamente a ogni tipo di materiale è la carta gommata.

Ma i campi d’applicazione dell’adesivo non si esauriscono qui: può essere apposto sulle pareti per evitare che una superficie venga dipinta, oppure adoperato per compiere mansioni d’ufficio o scolastiche.

La fase di lockdown ha dato nuovo lustro al nastro adesivo, utilizzato largamente per svolgere lavoretti in casa per passare il tempo o per risolvere alcuni piccoli problemi di natura domestica.

Il fai da te: come il Covid-19 ha accentuato questo fenomeno

La pandemia scatenata dal Coronavirus ha fatto venire voglia a molte persone di rinnovare la propria abitazione o di mettersi in gioco attraverso pratiche come quelle del fai da te, grazie alla maggior quantità di tempo a disposizione.

Chi aveva un giardino ha trascorso le sue giornate a potare piante, tagliare l’erba e a prendersi cura dei fiori, iniziando magari a coltivare un piccolo orto come passatempo, anche perché si è cercato di non far venire professionisti in casa a occuparsene dato è meglio non stare troppo a contatto con gli estranei.

Per questo un numero considerevole di persone si è improvvisato persino imbianchino, approfittando delle belle giornate primaverili, oppure falegname, aggiustando tutti quei cassetti o quelle serrande che da qualche tempo non funzionavano più come dovrebbero.

Con l’avvento del Natale e data la nube di restrizioni che si avvicinerà, si stanno rispolverando i lavoretti fai da te per realizzare alcuni regali attraverso le tecniche del bricolage e del découpage.

Nastro adesivo: in cosa può servirci?

Per quali usi creativi può essere utilizzato il nastro adesivo?

Alcuni potrebbero essere bizzarri, come quello di servirsene per forzare il tappo di un vasetto che non ha la minima intenzione di aprirsi, oppure altri molto soggettivi grazie ai nastri adesivi personalizzati, adatti a dare un tocco individuale all’oggetto a cui vengono applicati.

Quando si vuole dare un tocco di novità alla casa, il nastro adesivo si presta come prezioso alleato per renderla un luogo unico e inimitabile.

Sul mercato sono presenti scotch decorativi di vari colori e fantasie, perfetto per dare stile sia ai mobili che agli oggetti come le cornici o i bicchieri.

Per oscurare le superfici che non si vogliono dipingere o creare effetti ornamentali, ci si serve del nastro per schermatura: basta segnare sul muro i punti da escludere durante la tinteggiatura, e coprire le parti con dello scotch.

Una volta finito il lavoro, togliere subito il nastro adesivo per evitare che si attacchi troppo alla parete e porti via delle scaglie di pittura. Il nastro adesivo può diventare lui stesso uno strumento decorativo per realizzare ad esempio la skyline di una città sul muro.

Alcune tipologie di nastri adesivi sono associate a un telo protettivo che, con l’aiuto dell’elettricità statica, attrae le gocce di pittura e le trattiene grazie alla sua conformazione a micro pori.

Tecniche di lavoro per realizzare regali fai da te

L’aria natalizia comincia a farsi sentire, e le restrizioni in atto stanno costringendo gli italiani a trascorrere lunghi periodi tra le mura domestiche.

Perché non occupare questo tempo per pensare a qualche idea regalo originale, magari impiegando il nastro adesivo?

Per una persona che vi sta particolarmente a cuore si può realizzare un ricordo personale tramite l’arte dello scrapbooking, tecnica creativa che consiste nel riempire un album formato da pagine bianche con foto, oggetti, abbellimenti, che il nastro adesivo provvederà a fissare per sempre. La tematica a cui ci si potrà ispirare per questo progetto potrebbe essere proprio il Natale, comprando nastri decorativi coerenti a questa fase dell’anno.

Il découpage rimane un metodo intramontabile, con il quale è possibile dare il massimo sfogo alla propria indole creativa, incollando con lo scotch delle immagini tradizionali natalizie accuratamente ritagliate sopra dei vasetti, per poi ricalcarne i bordi a matita e rimuoverle, fissandole successivamente con della colla vinilica all’interno del perimetro designato.

Prima delle feste natalizie è tradizione allestire un calendario pieno di leccornie chiamato calendario dell’Avvento, che può essere realizzato seguendo il metodo del fai da te per renderlo ancora più personalizzato. Un’idea potrebbe essere quella di procurarsi tante piccole scatoline da riempire con ciò che si vuole, impacchettarle con un nastro adesivo e applicare sopra di esse delle etichette su cui indicare il giorno del mese per dare un’indicazione su quando andranno aperte.

Gli alberelli di balsa sono un altro lavoretto carino ed originale: il nastro adesivo in questo caso è funzionale nel delimitare le parti del cartone che non si vogliono colorare durante la fase di decorazione.

Se poi volete realizzare qualcosa di più impegnativo e siete stanchi del solito albero di Natale, il suggerimento è quello di cercare ispirazione della nostra galleria di Alberi di Natale fai da te, quelli bidimensionali occupano poco spazio e, anche in questo caso, il nastro adesivo può esservi di grande aiuto.