Come sverniciare un mobile in legno

Indice articoli

mobile da restaurareLa sverniciatura è, quasi sempre, il primo ostacolo in cui ci si imbatte quando dobbiamo restaurare un mobile.

Sverniciare un mobile in legno è un'operazione che richiede pazienza e un po' di perizia per evitare di produrre, sul mobile, più danni di quanti si sta cercando di risolverne.

È un'attività sicuramente alla portata dell'hobbista che vuole essere sicuro che il lavoro venga eseguito a regola d'arte e che è disposto a spendere, per il suo mobile, più tempo e passione di quanto ne spenderebbe un restauratore professionista.

In questo articolo verrà mostrata la sverniciatura di un letto singolo, stile Luigi Filippo, che nel tempo aveva subito più affronti dai presunti restauratori che non dal tempo stesso e dai tarli.

Il letto, infatti, era stato verniciato con una vernice trasparente tipo flatting che, oltre ad avere formato una specie di spessa crosta trasparente, conferiva al letto anche un innaturale aspetto lucido.

colatura-vernice

Un successivo lavoro di "sverniciatura" aveva solo aggravato la situazione e, dopo di esso, il letto, non sverniciato correttamente, alternava zone opache a zone lucide.

La prima cosa da fare, quando ci si accinge a restaurare un mobile, è quella di effettuare una attenta analisi visiva del mobile per individuare quali sono i punti critici e cercare di capire, a priori, come porvi rimedio.

Esaminate con attenzione la superficie per verificare la presenza di tarli, crepe, distacchi dell'impiallacciatura ecc. poichè, durante la sverniciatura, bisognerà usare una maggiore delicatezza nelle parti del mobile maggiormente fragili e sensibili.

Nel letto, oggetto della sverniciatura descritta nel presente articolo, i difetti non mancavano di certo ed erano tali da giustificare, senza se e senza ma, un profondo lavoro di ripulitura.

vernice del mobile

Come si può osservare dalla foto precedente, la precedente verniciatura era stata fatta in maniera a dir poco approssimativa e in un punto della testata appariva anche una lunga ed antiestetica colatura di vernice.

In molti altri punti, invece, si potevano osservare i segni delle pennellate che si sovrapponevano sulla vernice precedente come si può notare nella foto seguente.

Passiamo ora alla fase successiva e vediamo ora quali materiali utilizzare per la sverniciatura vera e propria.