Come riciclare i dischi in vinile

Riciclo dischi in vinile

I vecchi dischi in vinile, quanti ricordi! Se ancora li conservate da qualche parte, ecco qualche spunto per dar loro una nuova vita.

Chi ha ascoltato musica fino agli anni Ottanta ancora ricorda le "pizze" nere sulle quali veniva incisa. I dischi in vinile sono stati fedeli compagni di tutti gli amanti della musica, per intere generazioni, fino a quando sono stati soppiantati da Compact Disk.

Data la loro larghissima diffusione capita che molte persone conservino ancora i loro vecchi LP a 33 giri e gli ancora più comuni dischi a 45 giri.

Prima di buttarli, come purtroppo ho fatto io, è forse il caso di verificare se, per una fortunata coincidenza, il disco che avevate relegato in qualche polverosa soffitta non abbia acquisito, con gli anni, un qualche valore e non sia diventato oggetto di scambio per i collezionisti. Se, come è molto più probabile, i vostri vecchi dischi non sono di alcun interesse neppure per i mercatini del modernariato, in questo articolo troverete davvero molte idee su come riciclarli in maniera creativa.

Come potete notare guardando la galleria di immagini, le tecniche principali con le quali riciclare i dischi sono tre:

  1. il modellamento dei dischi mediante il calore, facendo loro assumere la forma che desideriamo
  2. il traforo
  3. il ritaglio

Partiamo dalle ultime due.

Data la forma circolare dei dischi, il riciclo al fine di ottenere degli orologi da parete riesce particolarmente bene. Sulla superficie si possono ricavare figure e numeri e al centro si collocano le lancette, con il meccanismo dell'orologio nascosto nella parte posteriore. Essendo i dischi dei supporti musicali, il traforo o il ritaglio che richiama cantanti e bands è ovviamente l'abbinamento più congeniale.

In realtà non c'è limite alla fantasia e se sapete usare un piccolo elettro-utensile come il Dremel potrete ricavare dai dischi le sagome più diverse; è, ad esempio, quello che ha fatto l'artista Paul Villinski che, ritagliando dai dischi delle farfalle, ha ottentuto delle decorazioni murali eleganti e leggere.

L'altra tecnica è quella della piegatura del vinile tramite il calore per ottenere delle ciotole, dei fermalibri, dei porta-bottiglie e tanto altro. In genere si utilizza il forno per far ammorbidire i dischi per poi dar loro la forma che si desidera prima che induriscano nuovamente. Un'avvertenza importante: se ricavate delle ciotole non usatele per servire i cibi in quanto i dischi possono contenere anche sostanze nocive e certamente non sono stati pensati per il contatto diretto con gli alimenti.

In genere si cerca di lasciare l'etichetta originale dei dischi, quella che riporta il titolo del disco e delle canzoni, ma molto dipende dalla temperatura a cui vengono ammorbiditi i dischi che, ricordiamolo, non deve essere tanto elevata da fonderli.