Come usare gli specchi in giardino

Riflessi in giardinoQuasi tutti siamo a conoscenza del fatto che uno specchio è in grado di donare più luminosità e di allargare visivamente gli ambienti angusti. Non molti, però, hanno mai pensato che questa caratteristica possa essere sfruttata anche in giardino per ottenere degli effetti talvolta strabilianti.

Poche persone, sfortunatamente, possono godere di spazie esterni ampi e luminosi. I giardini, specie quelli urbani, sono spesso circondati da muri e possono avere un aspetto opprimente. In questi casi uno specchio posizionato in maniera strategica può donare al giardino un aspetto più arioso e creare delle illusioni ottiche che sembrano aprire finestre e cancelli su altri spazi; spazi che non sono altro che riflessi, certo, ma che non di meno hanno il potere di renderci lo spazio esterno più gradevole e vivibile.

SCEGLI QUI TRA UNA VASTA GAMMA DI SPECCHI DECORATIVI ADESIVI

Il video che segue mostra in maniera lampante l'effetto psicologico creato da una staccionata rivestita di specchi che separa, e al tempo stesso unisce, il prato che delimita. Si tratta di un'installazione artistica di Alyson Shotz (per maggiori dettagli vedere la prima foto della galleria fotografica in fondo a questo articolo); se pensate che una simile staccionata non sia riproducibile con il fai da te, o che essa abbia comunque costi proibitivi, vi sbagliate, poichè nuovi materiali ci consentono di ottenere lo stesso effetto con costi relativamente contenuti.

Una importante quanto banale considerazione: uno specchio, in quanto tale, riflette ciò che gli sta di fronte ed è quindi evidente che la scelta della sua collocazione in giardino rivesta una fondamentale importanza. Lo specchio deve riflettere il bello, per quanto possibile. Se andiamo orgogliosi dei cespugli di fiori che abbiamo collocato a ridosso di un muro grigio ed anonimo ecco che rivestire tale muro con uno specchio potrà riflette la bellezza delle nostre aiuole fiorite e noi potremo godere della loro bellezza, virtualmente duplicata.

Quali specchi usare in giardino?

Ancor prima di realizzare l'idea di allargare il nostro piccolo giardino con uno specchio, dobbiamo valutare attentamente che tipo di specchio scegliere. Ora, le possibilità sono sostanzialmente due:

  • tradizionale specchio di vetro
  • specchio acrilico

Gli svantaggi dei tradizionali specchi di vetro in giardino.

Se abbiamo un vecchio specchio, magari uno di quelli che rivestiva interamente l'anta di un armadio che ora vogliamo sostituire, possiamo tranquillamente riciclarlo e metterlo in giardino per aprire una porta o una finestra virtuale Tuttavia anche specchi più piccoli possono essere riusati per creare piccoli oblò (se di forma circolare) o piccole finestrelle. Gli specchi di dimensioni ridotte possono essere anche messi in sequenza e posizionati più in alto rispetto a uno specchio grande.

Gli specchi di vetro, tuttavia, presentano alcuni inconvenienti di cui bisogna tener conto.
Innanzitutto sono pesanti e difficili da posizionare; in secondo luogo sono fragili e facilmente attaccabili da muffe  nel caso siano esposti alle intemperie. Se l'umidità si infiltra nel retro dello specchio è facile che finisca per causare il distacco della sottile lamina riflettente.

Altri aspetti che ne sconsigliano l'uso in giardino è il costo elevato e le difficoltà di lavorazione: gli specchi di vetro sono difficili da tagliare se non si possiedono attrezzi adatti, e ancora più difficile è sagomarli per inserirli in nicchie o aperture preesistenti. In ultimo sono pericolosi nel caso dovessero rompersi.
Per tutte queste ragioni è meglio evitare il loro uso in giardino a meno che non si tratti di specchi riciclati che altrimenti dovremmo buttare.

I vantaggi dei moderni specchi acrilici.

Scegli qui tra una vasta gamma specchi di decorativi adesivi

Gli specchi acrilici sono dei fogli di formato variabile che al contrario del vetro pesano l'80% in meno ma sono, allo stesso tempo, dieci volte più resistenti. Sono facili da tagliare essendo sufficiente rigarli con un coltello per poi spezzarli in maniera netta e precisa in corrispondenza della linea creata. Con gli specchi acrilici è facile eseguire anche tagli curvi o sagomature particolari, utilizzando un comune seghetto alternativo o, ancor meglio una piccola fresa montata sul Dremel.

Inoltre possono essere forati usando un comune trapano con punte per metallo e, dulcis in fundo, sono flessibili e si adattano ricopriere superfici curve, se di raggio abbastanza ampio. Gli specchi acrilici possono essere incollati mediante adesivo per specchi e sono reperibili anche nei colori blu e porpora.

Il sito italiano che ci pare offrire la più ampia gamma di specchi acrilici è quello della Primrose.


http://www.primrose-italia.eu

Gli specchi acrilici sono di dimensioni variabili e vanno da quelli piccoli di cm 60x60, che costano sui 60 Euro, fino ad arrivare ai grandi fogli di cm 180x120 al costo di circa 150 Euro.

L'unico svantaggio che potrebbe essere imputato a questi specchi è che, specchiandosi in essi, l'immagine potrebbe risultare meno nitida rispetto ai tradizionali specchi di vetro; considerando però che essi devono essere collocati in giardino e non devono essere usati per il trucco o per farsi la barba, riteniamo che questo sia un difetto tutto sommato poco rilevante.

Consigli su come applicare gli specchi

In primo luogo, si tratti di specchi di vetro o di specchi acrilici, il consiglio è quello di farvi aiutare nel lavoro. Gli specchi possono essere pesanti e quattro mani sono meglio di due, quando li dobbiamo fissare. Inoltre è molto utile che qualcuno ci tenga in posizione lo specchio e magari lo angoli, lo alzi o lo abbassi, secondo le nostre indicazioni in modo tale che lo specchio rifletta davvero l'angolo migliore del nostro giardino.

Ricordiamoci di trovare un'area del nostro giardino che ben rifletta la luce del mattino o della sera. È molto meglio che lo specchio rifletta la luce dolce del mattino o del tardo pomeriggio piuttosto che la luce intensa del mezzogiorno. Questi punti illuminati dal sole, nelle immediate vicinanze di zone in ombra, sono ideali per la collocazione di uno specchio.

Altri suggerimenti per la giusta collocazione sono quelli di sfruttare le nicchie sui muri, nel caso ve ne siano; esse forniscono una cornice per così dire naturale e si prestano bene ad accogliere uno specchio, anche se questo dovrà necessariemente essere sagomato su misura per essere collocato nella nicchia.

La cornice dello specchio è molto importante! Se davvero vogliamo ottenere un effetto realistico è necessario che spendiamo un pò di tempo per creare una struttura in legno o di altro materiale che dovrà andare ad incorniciare lo specchio. Qui si può giocare ampiamente con la fantasia e anche col riciclo per creare una cornice fai da te per lo specchio che sia anche di grande effetto. Se abbiamo una cancellata in ferro, magari vetusta e arrugginita di cui non sappiamo che fare, ricordiamoci che essa può tranquillamente tornare utile per essere posizionata davanti e a contatto con lo specchio in modo tale da creare l'illusione di un cancello che si apre su un altro spazio del giardino.

Alle volte anche una semplicissima cornice fatta di listelli di legno e altri listelli interni che formano una sorta di grata, può dare l'illusione di una rustica finestra che si apre verso l'esterno.

Se poi volete cose particolari allora il consiglio è di puntare su forme che è possibile reperire sul web. Si trovano dalle finestrelle in stile gotico fino alle persiane verdi, passando per le gabbie-specchio.
In genere, il materiale con cui vengono realizzate queste cornici così particolari è la resina; materiale plastico stampato con un notevole effetto realistico.

Segnaliamo qui sotto due siti da cui trarre ispirazione. In base allo stile del giardino dovrebbe essere facile comprare o creare da soli qualcosa che si adatti perfettamente ad esso.

http://www.sandedge.com

 http://www.displaysuk.co.uk

Finestra specchio e rampicanteUna volta che avremo deciso la miglior collocazione dello specchio non resta che fissarlo saldamente al supporto. Ricordiamo di stendere una striscia di silicone lungo tutto il perimetro posteriore dello specchio che dovrà entrare in contatto con il supporto. Ricordiamo altresì che il supporto deve essere rigido e robusto quanto basta  per sorreggere la lastra dello specchio.

Sia che optiamo per uno specchio acrilico o uno di vetro ricordiamo che, per quanto possibile, dovremo cercare di proteggerlo dalle intemperie. Abbiamo già visto come un buon sigillante siliconico potrà prevenire, nei limiti del possibile, le infiltrazioni d'acqua tra il supporto e lo specchio ma se riusciamo anche a proteggere lo specchio con un pensilina o una copertura che non risulti inadeguata al contesto, questa non potrà che prolungare la durata dello specchio e ridurne le operazioni di pulizia.

Infine diamo un suggerimento per i casi in cui la cornice  non si riesca ad incassare nel supporto; in casi come questi dovremo cercare di farci amica la natura in modo che delle piante rampicanti, come rosai o edere, possano rivestire la parete e smussare i contorni delle cornice dello specchio in modo che questa non "stacchi" eccessivamente ma risulti, appunto, come una finestra o una porta che si apre su un'altra sezione del giardino. Un esempio di quello che si dovrebbe ottenere lo vediamo nell'immagine qui sopra.

Infine una galleria di "applicazioni" da cui prendere spunto; come vedete gli effetti possono essere veramente interessanti e si tratta solo di declinarli rispetto alle necessità del nostro giardino.

Forse può interessarti anche questo articolo:

Affascinanti specchi di gemme colorate