Effetto finto legno con il tampone

Effetto finto legno con il tampone

Creare un effetto legno con lo speciale tampone per la pittura non è mai stato così facile.

Diciamolo chiaramente: il rischio che si corre quando si cerca di imitare un materiale come il legno, servendosi della pittura, consiste nell'ottenere un effetto falso.

Eccessivamente falso, intendo.

Con gli speciali tamponi per legno, di cui parleremo tra poco, è infatti possibile ricreare le venature del legno con una certa verosimiglianza, ma è solo adottando una pittura tono su tono che l'effetto legno può risultare "convincente".

La maggior parte dei video che girano su Youtube mostrano come ottenere le venature del legno, la qual cosa, però è ben lontana dal simulare il vero legno.

Per ottenere l'effetto che vedi in questo video sono necessari pochi ma indispensabili strumenti, il principali dei quali sono i tamponi che puoi trovare qui:

TAMPONI EFFETTO LEGNO

Riassumendo tutti i materiali necessari abbiamo quindi:

  • Pannello MDF
  • Pittura acrilica "Latex"
  • tinta per colorare vernice
  • tamponi
  • rullo di spugna piccolo
  • piccola scopa di saggina
  • pennello per smalto

Per quanto il video sia fatto molto bene, chi lo ha realizzato non ha fornito indicazioni molto precise sul tipo di vernici che sono state utilizzate.

Ho dovuto fare una ricerca in rete per cercare di capire meglio cosa fosse una vernice "latex" (al lattice), ovvero un sostituto ecologico di una vernice ad olio.

Procedimento

1) Preparazione del supporto

Per questo progetto è stato usato un pannello di MDF che, oltre ad offrire una superficie liscia, ha anche un colore neutro.

Un effetto finto legno lo andremo ovviamente a realizzare su un supporto che non sia di legno (anche se l'MDF è composto da fibra di legno compressa con colle)  altrimenti avrebbe poco senso.

È pur vero che, con questo metodo, si possono riprodurre venature di legni più pregiati su legni di poco pregio, invece.

Sulla parte posteriore del pannello è stata dipinta una X che, a detta di chi ha fatto il video, dovrebbe impedire al pannello di deformarsi.

Se la vernice al lattice non contiene già un Primer, si può dare una mano di Primer prima di procedere con la colorazione.

La vernice al lattice è sempre bianca, quindi per colorarla serve aggiungere della tinta.

In questo caso, per ottenere un effetto finto legno che fosse simile al legno di quercia, si è partiti con una base avente un color caffè, quindi un color Terra di siena bruciata.

2) Applicazione del colore di fondo

Servendoci di un piccolo rullo andiamo a raccogliere un po' di vernice e poi la distribuiamo uniformemente sulla superficie del pannello.

Cerchiamo di essere uniformi, ma se anche si formano delle striature questo non è un grosso problema poiché il legno, per sua natura, non è uniforme.

3) Disegnare le venature col tampone

Esistono diversi tipi di tamponi che simulano diverse venature.

Usare il tampone per l'effetto legno non è affatto difficile, si tratta sostanzialmente di trascinarlo come viene mostrato nel video, avendo l'accortezza di ruotarlo di qualche grado tra i passaggi affiancati, per evitare che si producano sempre le stesse venature.

Mentre l'eccesso di vernice viene trascinato via dal pannello, alla fine della strisciata, all'inizio si corre il rischio di un accumulo di pittura, bisogna fare una certa attenzione.

4) Creare la tessitura del legno

Dopo il passaggio con il tampone, si noterà un netto stacco tra le venature e la superficie sottostante.

Questo rende l'aspetto della superficie piuttosto grossolano e non veritiero.

Per creare la tessitura del legno, quindi, è necessario, in questo primo passaggio, passare nello stesso senso delle venature, con la piccola scopa di saggina.

5) Seconda mano di vernice

Dopo che la prima mano è asciugata si passa con una seconda mano che ha la funzione di scurire il nostro finto legno e conferirgli profondità.

Sempre usando il rullo, si effettua quindi un secondo passaggio con la pittura, eventualmente anche un terzo, fino a quando non siamo soddisfatti della colorazione ottenuta.

6) Passaggio con pennello per smalto

Il sesto ed ultimo passaggio consiste nel rendere ancora più veritiero il finto legno.

Passando una sola volta, sempre nel senso delle venature, mi raccomando, andiamo a creare quelle micro venature che ogni tipo di legno possiede.

Questa tecnica consente di ottenere l'aspetto del legno su materiali che, con il legno, non hanno nulla a che fare.

Effetto finto legno con il tampone

Creare un effetto legno con lo speciale tampone per la pittura non è mai stato così facile.

Diciamolo chiaramente: il rischio che si corre quando si cerca di imitare un materiale come il legno, servendosi della pittura, consiste nell'ottenere un effetto falso.

Eccessivamente falso, intendo.

Con gli speciali tamponi per legno, di cui parleremo tra poco, è infatti possibile ricreare le venature del legno con una certa verosimiglianza, ma è solo adottando una pittura tono su tono che l'effetto legno può risultare "convincente".

La maggior parte dei video che girano su Youtube mostrano come ottenere le venature del legno, la qual cosa, però è ben lontana dal simulare il vero legno.

Per ottenere l'effetto che vedi in questo video sono necessari pochi ma indispensabili strumenti, il principali dei quali sono i tamponi che puoi trovare qui:

TAMPONI EFFETTO LEGNO

Riassumendo tutti i materiali necessari abbiamo quindi:

  • Pannello MDF
  • Pittura acrilica "Latex"
  • tinta per colorare vernice
  • tamponi
  • rullo di spugna piccolo
  • piccola scopa di saggina
  • pennello per smalto

Per quanto il video sia fatto molto bene, chi lo ha realizzato non ha fornito indicazioni molto precise sul tipo di vernici che sono state utilizzate.

Ho dovuto fare una ricerca in rete per cercare di capire meglio cosa fosse una vernice "latex" (al lattice), ovvero un sostituto ecologico di una vernice ad olio.

Procedimento

1) Preparazione del supporto

Per questo progetto è stato usato un pannello di MDF che, oltre ad offrire una superficie liscia, ha anche un colore neutro.

Un effetto finto legno lo andremo ovviamente a realizzare su un supporto che non sia di legno (anche se l'MDF è composto da fibra di legno compressa con colle)  altrimenti avrebbe poco senso.

È pur vero che, con questo metodo, si possono riprodurre venature di legni più pregiati su legni di poco pregio, invece.

Sulla parte posteriore del pannello è stata dipinta una X che, a detta di chi ha fatto il video, dovrebbe impedire al pannello di deformarsi.

Se la vernice al lattice non contiene già un Primer, si può dare una mano di Primer prima di procedere con la colorazione.

La vernice al lattice è sempre bianca, quindi per colorarla serve aggiungere della tinta.

In questo caso, per ottenere un effetto finto legno che fosse simile al legno di quercia, si è partiti con una base avente un color caffè, quindi un color Terra di siena bruciata.

2) Applicazione del colore di fondo

Servendoci di un piccolo rullo andiamo a raccogliere un po' di vernice e poi la distribuiamo uniformemente sulla superficie del pannello.

Cerchiamo di essere uniformi, ma se anche si formano delle striature questo non è un grosso problema poiché il legno, per sua natura, non è uniforme.

3) Disegnare le venature col tampone

Esistono diversi tipi di tamponi che simulano diverse venature.

Usare il tampone per l'effetto legno non è affatto difficile, si tratta sostanzialmente di trascinarlo come viene mostrato nel video, avendo l'accortezza di ruotarlo di qualche grado tra i passaggi affiancati, per evitare che si producano sempre le stesse venature.

Mentre l'eccesso di vernice viene trascinato via dal pannello, alla fine della strisciata, all'inizio si corre il rischio di un accumulo di pittura, bisogna fare una certa attenzione.

4) Creare la tessitura del legno

Dopo il passaggio con il tampone, si noterà un netto stacco tra le venature e la superficie sottostante.

Questo rende l'aspetto della superficie piuttosto grossolano e non veritiero.

Per creare la tessitura del legno, quindi, è necessario, in questo primo passaggio, passare nello stesso senso delle venature, con la piccola scopa di saggina.

5) Seconda mano di vernice

Dopo che la prima mano è asciugata si passa con una seconda mano che ha la funzione di scurire il nostro finto legno e conferirgli profondità.

Sempre usando il rullo, si effettua quindi un secondo passaggio con la pittura, eventualmente anche un terzo, fino a quando non siamo soddisfatti della colorazione ottenuta.

6) Passaggio con pennello per smalto

Il sesto ed ultimo passaggio consiste nel rendere ancora più veritiero il finto legno.

Passando una sola volta, sempre nel senso delle venature, mi raccomando, andiamo a creare quelle micro venature che ogni tipo di legno possiede.

Questa tecnica consente di ottenere l'aspetto del legno su materiali che, con il legno, non hanno nulla a che fare.